Air Max Day 2017: Dalla OG alla Vapormax

Da quattro anni l’Air Max Day è la maniera con cui Nike ha deciso di celebrare la più celebre delle sue innovazioni tecnologiche, con cui a partire dal 1987 ha reso possibile l’utilizzo dell’Air Cushioning in una maniera completamente nuova, rendendo visibili le bolle inserite nelle midsole delle scarpe da corsa. Oggi la tecnologia Air Max viene quasi data per scontata ma, decidendo di celebrarne l’introduzione, Nike ricorda a tutti che la sua storia è fatta di sport, ricerca ed innovazione tecnologica, perché “if you have a body you are an athlete”.

Quest’anno Nike ha deciso di proporre per l’Air Max Day un mix di modelli che rappresentano l’origine di questa fantastica storia e modelli estremamente innovativi. Con il passare dei giorni saranno disponibili informazioni più dettagliate su ogni release, ma qui di seguito cominciamo a provare a darvi un’idea di cosa troverete sugli scaffali il mese prossimo.

AMD_AM1_OG__66575

Nike Air Max 1 OG 2017 (26/03)

Servono spiegazioni? Non credo. Lanciata nel 1987, è il modello con cui la tecnologia Air Max è stata presentata al pubblico. Per l’occasione l’Air Max 1 fa il suo ritorno in due delle colorazioni originali, White/Grey/Sport Red e White/Grey/Sport Blue, il tutto in un packaging che riprende quello originale degli anni ’80 e, finalmente, con il tanto atteso Shape rinnovato.

AMD_AM_JEWELL_66583

Women’s Nike Air Max Jewell (08/03)

Nuovo modello esclusivamente da donna, disponibile a partire proprio dalla giornata dedicata alle donne. La linea include elementi della Air Max Thea e della storia Air Max Plus.

AMD_AM90_FLYKNIT_66578

Nike Air Max 90 Ultra Flyknit (02/03)

Dopo aver presentato l’anno scorso la versione Flyknit della Air Max 1, anche l’Air Max 90 subisce lo stesso trattamento. Tomaia in Flyknit e suola Ultra per una versione “peso piuma” del grande classico di Beaverton, ovviamente nell’iconica colorazione “Infrared”.

Schermata 2017-02-23 alle 06.55.08

Atmos x Nike Air Max 1 “Elephant”

Power to the People. Ogni promessa è debito ed a quanto pare Nike lo sa bene. Questa Air Max 1 prodotta in collaborazione con Atmos nel 2006 è stata la vincitrice del sondaggio lanciato lo scorso anno da Nike, in cui veniva chiesto ai fan del brand di scegliere, tra moltissimi grandi classici della linea Air Max, quale sarebbe tornata l’anno successivo. 

AMD_AM1_MASTER_66580

Nike Air Max 1 “The Master”

Lo scorso anno Nike ha formato un team di collezionisti che prende il nome di “Masters of Air”, questa colorazione prodotta con il loro contributo gli è stata dedicata ed è stata prodotta anche in una versione Hyperstrike con tomaia e midsole bianca consegnata in esclusiva ai membri del gruppo. Qui abbiamo approfondito la storia di questa cw.

Schermata 2017-02-23 alle 06.58.02

Nike Air Max LD-Zero

Lanciata durante le celebrazioni dello scorso Air Max Day, la LD-Zero è stata disegnata con il contributo di Hiroshi Fujiwara, integrando elementi di modelli Nike vintage Made in USA e Japan, come la LD1000 e la Boston.

AMD_AM1_ULTRA_2.0_66579

Nike Air Max 1 Ultra 2.0 LE

Per certi versi la versione “Ultra” della Air Max 1 lanciata lo scorso anno poteva sembrare lo stadio finale a livello di innovazione. Nulla di più sbagliato, questo AM Day 2017 vedrà il lancio della Air Max 1 Ultra 2.0, ritenuta da molti la versione più tecnologicamente avanzata della Air Max 1, con tanto di 3.26 sulle linguette a ricordare da dove si è partiti.

AMD_VAPORMAX_2_66584

Nike Air Vapormax (26/03)

Fin dalla sua presentazione la Vapormax ha attirato l’interesse degli appassionati, un nuovo modello che rivoluziona completamente l’estetica e l’utilizzo delle tecnologie da parte di Nike. Con la Vapormax si chiude un cerchio partito con l’introduzione dell’Aria Visibile con l’Air Max 1, l’utilizzo della bolla come elemento portante nella Air Max ’97 e l’introduzione di una particolare bolla che sostituisce completamente midsole e outsole nella Vapormax, il tutto completato da una tomaia in Flyknit ultraleggera.