Air Max Plus: Vita, morte e miracoli delle care, vecchie Squalo

La prima volta che le vidi stavo facendo la fila per entrare in uno di quei locali che organizzavano i party della Domenica pomeriggio: c’era questo tizio davanti a me completamente vestito Nike TN, tuta bianca, t-shirt e anche il cappellino, tutto abbinato alle scarpe che sembravano essere uscite da un manga; chiesi incuriosito ad un’amico di che cosa si trattasse e lui mi apostrofò con un secco: “ma davvero non conosci le Squalo?!”
Le conobbi così.

airmax-squalo-01

Qui in Italia le conosciamo tutti come “Squalo”, soprannome dovuto alle striature sui lati somiglianti alle branchie di uno squalo appunto. Ma il loro vero nome è Nike Air Max Plus, anche TN o Tuned Air, dal nome della tecnologia impiegata, ovvero un sistema costituito da due emisferi opposti di polimero che rimbalzano uno contro l’altro, garantendo così un maggiore assorbimento degli urti; nonostante questo, però, continuerò per tutto l’articolo a riferirmi a loro usando il celebre soprannome e spero che i puristi Nike mi scuseranno, ma la Squalo è l’emblema delle scarpe da plaza ed è giusto riferirsi a loro con il nome di battaglia; anche perché per ammissione di mamma Nike l’Italia rimane il paese dove il modello ha goduto di maggiore popolarità e di una giovinezza più lunga, ed il merito di questo non va attribuito di certo agli sneaker addicts o ai fashion blogger, ma a tutti gli Zarri che non hanno mollato neanche per un secondo questa scarpa, tenendola sempre ben piantata sopra le pedane dei loro Booster.

A onor del vero va detto che la scarpa andò fortissimo anche nelle banlieue francesi (più sotto trovate la foto del vagone della metro Parigina con su pittata una mega TN colorazione Tiger, opera di un anonimo trainbomber). Ebbe un discreto successo pure nella scena UK Garage/2Step londinese ed un inaspettato successo in Australia; ed ecco spiegato il motivo per cui nei negozi Europei ed Australiani è ancora piuttosto facile trovare questo modello, riproposto innumerevoli volte da Nike in differenti colorazioni create appositamente per questi due mercati.

airmax-tiger-metro-1

Il mio primo incontro conscious con le Squalo avvenne nel 2004, ma l’uscita ufficiale risale a diversi anni prima, cioè al 1998, anno in cui dalla sezione creativa Nike uscì un’altro dei modelli che amo, la Nike Air Max ‘98, scarpa della quale magari parleremo un’altra volta ma che ci serve a capire che in quel periodo i ragazzi della famiglia di Beaverton stavano sperimentando tanto con la tecnologia Air quanto con il design.
Infatti, una delle particolarità più spiccate delle Squalo sta nelle sue strabilianti colorazioni, Nike ne ha proposte più di 100, anche se è parere diffuso che quelle iconiche rimangono le OG: stiamo parlando del leggendario Tiger Orange e del sublime Hyper Blue, entrambe basate su un gradiente rispettivamente di arancio e di blu. Era la prima volta che Nike usava una scelta di colori così azzardata, una scelta della quale non si saranno di certo pentiti visto l’infinito successo del modello; va citata poi, fra le particolarità, la mascherina in gomma sulla parte anteriore, che fa da parafango proteggendo la punta della scarpa.

nike-airmax-squalo-tiger-01

Ho letto da qualche parte che l’abbinamento Squalo/Criminale viene quasi spontaneo: effettivamente erano le scarpe preferite dai malandra under 20. Aggiungete a questo il fatto che costavano abbastanza, più o meno 250mila lire se ricordo bene; ora, se avete fatto la somma di questi due fattori, avrete capito che indossare un paio di Squalo nel posto sbagliato poteva costarti abbastanza, dallo scavallo arrogante a calci e pugni fino al non trascurabile scavallo all’arma bianca, una versione tutta nostrana dei gangsta che ti rubano le Jordan, però senza pistolettate.

Indimenticabile il vezzo di lasciare la scarpa slacciatissima con il calzino appallottolato a tenere su la linguetta, tendenza già vista con le Air Max ’97 (le mitiche “Silver”), altra colonna portante nel look da piazza dei primi anni duemila.
Bene, credo davvero di aver detto tutto, vi lascio con una personalissima Top 5 delle mie colorway preferite:

1-Nike Air Max Plus Hyper Blue

2-Nike Air Max Plus “Tiffany”

airmax-tn-tiffany

3-Nike Air Max Plus Turbo Green

airmax-tn-turbo

4-Nike Air Max Plus Orange Tiger

5-Nike Air Max Plus ”Casper”

airmax-tn-casper