Cuore #Viola o #Bianconero? Ecco le scelte per la prossima stagione

Iniziamo ad accendere i riflettori sulla nuova stagione del calcio italiano.

Quasi contemporaneamente Juventus e Fiorentina hanno presentato le nuove divise da gioco per la stagione 2015/2016, un caso? Forse. Questa coincidenza temporale, però, non può non far volare la fantasia in direzione di quella che è una delle rivalità più accese di sempre. L’astio tra le due tifoserie è atavico, nato ben prima dell’incriminata finale di coppa UEFA in cui, data l’impossibilità di giocare nello stadio viola causa lavori per Italia ’90, la Fiorentina venne costretta a disputare la gara di ritorno ad Avellino, noto feudo bianconero. Ma galeotto fu l’incontro risalente addirittura al 1928 in cui, sotto dittatura fascista, la Juve si trovò a giocare contro una squadra infarcita di dilettanti, che spazzò via senza pietà per 11-0.

Le due rivali si presentano quindi ai nastri di partenza del campionato 2015-2016 sfoggiando entrambe l’accordo con un nuovo sponsor tecnico: adidas fino al 2021 per i bianconeri, le coq sportif fino al 2020 per i viola. Vedremo quindi, mercato estivo permettendo, Pogba evoluire con il marchio delle tre strisce e un Pepito Rossi col galletto sul petto. La cosa interessate è che per ambedue sarà una collaborazione inedita, mai fino ad ora avevano avuto rapporti con questi due marchi; sarà intrigante quindi vedere questi due sponsor disegnare le divise in grado di far breccia nel cuore dei tifosi.

Entriamo nel dettaglio:

adidas – Juventus

Scendono in campo i campioni d’Italia, accompagnati dal video di lancio “Our Way or No Way” facente parte della campagna #BeTheDifference che indosseranno gli ultimi ritrovati della tecnologia adizero in fatto di tessuti. Andreas Gellner, Amministratore Delegato adidas South Europe, ha posto l’accento su come, per dare il là a questa collaborazione, il marchio tedesco abbia puntato sulla celebrazione degli ultimi successi ottenuti; inserendo quindi la terza stella e richiamando tono su tono il design esterno dello Juventus Stadium. La prima maglia è ovviamente la classica in bianco e nero, la seconda un tributo alle origini della vecchia signora, rosa tenue come la divisa indossata dal 1897 al 1903. Completano il kit, pantaloncini e calzettoni bianchi a strisce nere del marchio per la prima divisa, pantaloncini neri e calzettoni rosa per la seconda. 

 

MaglieJuve

le coq sportif – Fiorentina

Dall’altra parte si schiera la compagine viola forte della nuova collaborazione con l’azienda francese, già storico partner della Nazionale Italiana nel magico mundial del 1982. L’azienda di Romilly-Sur-Seine disegna per la Fiorentina una divisa dal design pulito ed essenziale, compare stampata all’interno del colletto la scritta “Orgoglio Viola”, sul fondo il timbro “Produit Officiel – Garantie Qualité” che ricorda il mondo della maglieria artigiana e l’antico timbro del capomastro del maglificio. Le novità non finiscono qui: viene introdotto da lcs il logo performance, con il galletto che esce dal triangolo e guarda verso destra, appoggiato su un semicerchio tricolore francese floccato, a ricordare le prime maglie del marchio. La scelta dei colori è caduta sul classico viola per cui la squadra di Firenze viene riconosciuta in tutto il mondo come tiene a ricordare Patrick Ouyi, direttore generale di lcs. La seconda divisa sarà bianca con particolari viola e la terza blu notte. Blu notte? Sì. Questa è l’ulteriore novità, una matrioska di inediti.

lcs_magliafiorentina_1

Come al solito a voi decretare il successo di quanto i marchi realizzano e i vostri beniamini indossano. Tre strisce o galletto? Bianconero o Viola? Dal 1928 ad oggi la rivalità è viva più che mai.