Ecco la Nike Kyrie 4

Nella prima stagione dell’era Celtics è tempo di quarta signature con Nike per Kyrie Irving.

Le precedenti hanno riscosso ampi successi, dai player NBA fino ai campi Minors (complice anche il modico retail price); si è sempre trattato di sneaker non particolarmente crese di tecnologia, ma assolutamente confortevoli e, soprattutto, con un grip eccezionale.

È sicuramente quest’ultimo il principale pregio della linea e tale falsariga prosegue anche con il quarto episodio.

La Kyrie 4 vede l’esordio come designer principale di Benjamin Nethongkome, thailandese sedimentato a Miami dall’età di 10 anni, il quale ha portato a livelli estremi il prolungamento del traction pattern verso la midsole, in modo da assecondare le incredibili inclinazioni che il piede di Uncle Drew può raggiungere durante i suoi repentini cambi di direzione.

L’ammortizzamento probabilmente continua ad essere l’elemento debole della signature, con un’unità Zoom Air limitata alla zona del tallone, mentre nell’avampiede va registrata la sola presenza dell’intersuola in foam Cushlon.

Anche relativamente alla tomaia nessuna particolare novità, con l’enginereed mesh per la parte anteriore e pelle o suede a seconda della colorway.

Kyrie ha già portato in campo la sua nuova scarpetta, mentre sul mercato sono stata rilasciate la “Confetti” (anche se con tiratura piuttosto limitata) e la Black.

Sceglierete la Kyrie 4 come scarpetta per i vostri campionati? Noi ci sentiamo di consigliarvela!