Il Caso: It’s Gotta Be The Shoes?

Tranquilli non ho sbagliato giocatore né motto.
Tutti conosciamo Derrick Martell Rose, nato in quel di Chicago il 4 ottobre di 26 anni fa. Tutti conosciamo la sua esplosività e l’incredibile facilità di attaccare il ferro o di cambiare tiro in aria. Tutti, e aggiungo purtroppo, conosciamo il suo stato di salute fisico e mentale, che negli ultimi 3 anni gli hanno fatto giocare un totale di 54 partite. L’ultimo infortunio è avvenuto due giorni fa contro Toronto negli ultimi minuti di gioco: Rose è rimasto a terra durante il canestro da 3 di Ross ed è uscito al primo timeout toccandosi la caviglia.
Tutto normale, ci saranno almeno migliaio di giocatori professionisti che si infortunano alla caviglia ogni settimana nel mondo. Tutto normale per Derrick Rose non esiste più. Ormai ogni suo minimo infortunio rimbalza sui media di tutto il mondo e in 5 secondi netti si vedono titoli catastrofici ovunque.
Ma il punto di questo articolo qual è? Ci arriviamo subito.
Sarah Spain, nello show di ESPN “His & Hers”, ha incolpato adidas per l’ultimo infortunio di DRose.
Troppo veloce eh? Chiedo venia, ma intanto ascoltate la dichiarazione.

 

Anni fa il bellissimo programma “Sport Science” esaminò come i crossover di Rose fossero dei veri e propri ankle breaker in quanto sottoponevano una sola gamba e quindi una sola caviglia ad uno stress pari a 3 volte il peso del corpo.
Secondo Sarah Spain sarebbe colpa delle scarpe che indossa poichè si dichiarano da anni “Lightest ever” e quindi incapaci di sostenere un tale peso.

Peccato però che la Spain abbia fatto un po’ di confusione con i claim di adidas e che le scarpe che indossa attualmente il play di Chicago, le D Rose 5 Boost, non siano per niente le più leggere sul mercato. Peccato anche che se lo avete mai visto giocare sapete che le sue gambe non prendono mai il sole, visto che sono totalmente coperte da nastri, fasce e scaldamuscoli vari. Nonostante ciò la scarpa alla Spain è sembrata, un attimo prima della caduta di Rose, “loose“, che potremmo tradurre maccheronicamente con “larga”.

NBA: Chicago Bulls at Milwaukee Bucks

La verità certa è che Derrick Rose non è un giocatore di titanio, e chi lo conosce dai tempi del liceo lo sa. L’altra verità è che i media di tutto il mondo non fanno altro che mettere pressione ad un giocatore che invece dovrebbe avere la mente sgombra da paure e pressioni eccessive.

Ma se fosse proprio adidas? Pensate ad un nome su tutti: Tracy McGrady.
In realtà Kevin Durant si è rotto il piede indossando Nike e da quando Steph Curry è passato da Nike a UA non si storce più la caviglia. Quindi l’ipotesi della Spain possiamo darla per morta e i media potrebbero anche smettere di gridare ai quattro venti “stagione finita!!” appena Rose si storce un dito.
Comunque, per dare per morta definitivamente l’idea di Spain, io mi offro volontario per testare tutte le scarpe da basket di adidas per poi darvi un resoconto.
Grazie in anticipo.

derrick-rose-adidas-d-rose-5-boost-