Influencers Of Tha Game: Miley ci manda in overdose!

 

J’s on my feet (Air Jordan 1 “Chicago”)

AJI

J’s on my feet (Air Jordan III “Oregon Ducks”, Air Jordan III “Fire Red”)

AJIIIOregonDUCKAJIIIFIRERED2

J’s on my feet (Air Jordan IX “Motorboat Jones”)

AJIXMOTORBOATJONES

J’s on my feet (Air Jordan V “Doernbecher”)

AJVdoe

J’s on my feet (Air Jordan V “Fire Red”)

AJVfirered2

J’s on my feet (Air Jordan V “Grape”)

AJVGrape

J’s on my feet (Air Jordan VII “Olympic”)

ajVIIOLY

J’s on my feet (Air Jordan V “Wolf Grey”)

ajVwolfgrey2

J’s on my feet (Air Jordan XI “Bred”, Air Jordan IX “Doernbecher”)

AJXIAJIX

J’s on my feet (Air Jordan XI “Concord”)

AJXIconcord

Più che un video sembra un spot commerciale.
Raramente un brand ha avuto una visibilità tale in un video senza esserne direttamente il produttore. Di certo, la dedica parte dal titolo della hit, il numero di His Airness Michael Jordan. Ovunque è un gran mostrare loghi e colori dei suoi Bulls.
L’idea di coinvolgere l’artista con più hype del momento è certamente solida dal punto di vista del marketing. Musicalmente orecchiabile di certo non spicca per la profondità del testo, in linea con i caratteri più beceri del mainstream Made in USA, nei suoi primi giorni on line il video ha avuto un quantitativo di visualizzazioni da brividi.
Questa scelta si sposa in toto con le ultime scelte di rendere troppo commerciale un brand cult per chi come noi vive la sneaker culture e la realizzazione tecnica e la scelta dei materiali delle recenti uscite ne è la controprova.
Ricordiamo che il pubblico che segue la starlette è sempre quello che vedeva in lei il mito Disney Hannah Montana.
Mettendo da parte le considerazioni su Miley Cyrus, il video del pezzo 23 prodotto da Mike WiLL Made It vede anche le partecipazioni dei rapper Juicy J e Wiz Khalifa (noto endorser di Chuck Taylor) e crea una vera e propria overdose per gli amanti del brand col Jumpman.

Magari guardatevelo spegnendo semplicemente l’audio…