Karhu Aria ’95: back to nineties!

Karhu. Un nome che molto probabilmente non dirà nulla nemmeno agli sneakerhead più navigati, eppure stiamo parlando di un brand con una storia che parte molto tempo fa, fra le più antiche. Nata nel 1916 ad Helsinki come piccolo laboratorio dal nome “Ab Sportartiklar Oy”, cresce rapidamente fino a cambiare nome in Karhu e sponsorizzare la rappresentativa finlandese ai giochi del 1920. Un certo Paavo Nuurmi se ne torna in Finlandia con 9 ori olimpici in 8 anni. Indossando scarpe Karhu, ovviamente.

Karhu: even though its name probably doesn’t ring any bell even to the most expert sneakerheads, this brand has a very long history, being among the oldest ones. Founded in 1916 in Helsinki as a little footwear workshop called “Ab Sportartiklar Oy, it quickly expanded, changing denomination into Karhu and providing gear for the Finnish team at the 1920 Olympic Games. Some guy named Paavo Nuurmi will take back home to Finland 9 gold olympic medals in 8 years: of course, he was wearing Karhu shoes.

Il binomio Karhu/ track and field è indissolubile: l’azienda incoraggia i propri dipendenti ad allenarsi nelle varie discipline, il risultato sono due ori olimpici vinti da due dipendenti Karhu a Los Angeles nel ’32.
Negli anni ’50 e ’60 Karhu si impone come uno dei leading brand nel campo track and field. Viene registrato il logo “M”, iniziale della parola finlandese *mestari*, che significa campione. Nei decenni successivi Karhu continua incessantemente il processo di ricerca ed innovazione fino ai giorni nostri. Ed è proprio notizia di questi giorni la re-release del modello Aria ’95.

The relationship between Karhu and the track and field its more than just a marketing direction: the company pushes its employees in practising in various sports, and they end up winning two gold medals at the Los Angeles Olympic Games in 1932. During the 50’s and the 60’s, Karhu was leading the track and field market. A logo was registered, the letter “M” from the Finnish word “mestari”, which means “champion”. In the following decades Karhu kept on the innovation process, until nowadays, when we receive the news of the retro release of the Aria 95 model.

karhu2

La Aria 95 è la runner 90’s quintessenziale: a partire dallo shape, fino alla struttura del paneling ed alle cw scelte. Guardandola è impossibile non notare similitudini con sneakers (più o meno coeve) più famose:

  •  Immaginando una finestra per un’unità Air, la midsole è incredibilmente somigliante a quella delle Nike Air Structure Triax ’91.
  •  Il calzino interno in neoprene è una soluzione classicamente ’90s, funzionale ed esteticamente bella. Lo troviamo ad esempio sulle Saucony Grid 9000, o sulle Asics Gel Lyte V.
  • Nella parte posteriore troviamo un pannellino ad U che abbraccia il tendine d’Achille, proprio come sulle Asics Gel Lyte V. La retina sul tallone invece la troviamo su varie silouhette, la prima che ci viene in mente è la Asics Gel Lyte III.
  • L’ultimo occhiello passalacci presenta una lingua che scende lateralmente fino a toccare la midsole…Diadora n9000?

The Aria 95 is the quintessential 90’s runner: starting from the shape, to the panel structure, up to the chosen colorways. Looking at it, it’s not possible not to notice similarities with other, more famous and coeval models:

  • If you imagine a visible Air unit, the midsole is incredibly similar to the Nike Air Structure Triax ’91 one.
  • The inner neoprene socket is a classic 90’s element, both functional and aesthetically pleasant. We can find it for example on the Asics Gel Lyte V or on the Saucony Grid 9000.
  • On the back we can see a little U-shaped panel surrounding the upper heel, as it happens on the Asics Gel Lyte V. Moreover, the little net on the heel is also common to other models such as the Asics Gel Lyte III.
  • The last lacelet shows a tongue that goes down on the side up to the midsole… did someone say Diadora n9000?

karhu3Insomma, le similitudini sono davvero infinite, ma d’altronde è quasi sempre così nel calderone che è il design delle runners anni ’90.

Una scarpa a mio avviso molto bella, il suo ritorno sul mercato in questo momento in veste ”collezionabile” è un’ottima mossa. Concepts ha infatti già messo a segno una collaborazione con il brand finlandese. Ci sono tutti i presupposti per delle belle release per qualsiasi appassionato di running anni ’90!

So, the similarities are really a lot, but it does happen often when you pick up a shoe from the big pot of 90’s runners. 

In our opinion this is a great model, and its return on the market as a retro, collectible release is an impressive move. The renowned sneaker store Concepts has already planned a collaboration with the Finnish brand, and we expect many other releases to satisfy all 90’s runners fans.

karhu1