La prima (vera) scarpa di Russell Westbrook

Correva l’anno 2015 quando si parlava della prima signature shoe di Russell Westbrook, 27enne stella degli Oklahoma City Thunder e compagno di merende di Kevin Durant. La scarpa, poi uscita a giugno dello stesso anno, lasciò tutti con l’amaro in bocca: tutti si aspettavano una performance ma la Jordan Westbrook 0 era una lifestyle off court.

Un anno dopo è il turno dell’update per la sua linea ma i tempi non sono maturi ancora per una vera e propria scarpa da parquet. La Jordan Westbrook 0.2 è un miglioramento della prima edizione ma non resta per troppo tempo sotto i riflettori.

Oggi Westbrook ha 29 anni, è l’MVP in carica e stella indiscussa di OKC ed ha finalmente ottenuto la sua scarpa performance. La storia di questa scarpa è particolare: nonostante le prime foto emerse da US11 evidenziassero diversi branding appartenenti a Westbrook, la scarpa prende, in un primo momento, il nome di Jordan Fly Next. 

Poi la notizia è diventata quella che doveva essere: la Jordan Why Not Zer0.1 è la prima signature shoe on court di Russell Westbrook. La scarpa rappresenta un percorso intrapreso da Jordan Brand nel soddisfare una persona così attenta ai dettagli come il numero 0 dei Thunder.

Esteticamente ci sono dei rimandi a modelli del passato come la Jordan Nu Retro 2 o la Jordan Team J ma la scarpa rimane unica nel suo genere. Il motto Why Not?, con cui Westbrook ha affrontato il superamento degli ostacoli nel corso della sua vita, viene abbracciato anche da chi osserva per la prima volta la sua scarpa: “People will take a double look at it” citando lo stesso Russell.

Contenere la parte anteriore del piede di un high-flyer come Russ è uno degli imperativi di questa scarpa che utilizza un pannello in sintetico a ricoprire la tomaia in mesh e fuse. Una unità di Zoom Air occupa l’intersuola per tutta la lunghezza e con una suola molto compatta e piatta conferisce un court feel eccellente, senza irregolarità di ammortizzazione e supporto.

La prima colorazione che ha indossato è la Mirror, che uscirà in quantità limitate il 15 gennaio, mentre un mese dopo, il 15 febbraio, vedrà la luce la 2-Way pronta per essere giudicata da chi, come Westbrook, faceva la fila per comprare “other people’s shoes”. Il prezzo fissato è di $125.