Basketball

Published on maggio 15th, 2017 | by Alessandro Mandracchia

0

Le Nike KD 10 sono perfette


Dopo 10 anni di contratto con Nike è arrivato il momento di tirare le somme per Kevin Durant e giudicare la sua avventura con lo Swoosh in maniera positiva: “Ten years of anything is pretty huge, but adding something as great as Flyknit makes it really special”.
Come dargli torto, il Flyknit rende tutto più speciale. Ormai siamo abituati vedere la nuova versione delle signature shoe di KD a ridosso dei Play Off NBA e molto ravvicinata alla versione élite della precedente. Così è stato anche quest’anno, con delle Nike KD 9 Elite che hanno fatto il loro ingresso sul parquet ad inizio febbraio e rappresentavano appieno uno sviluppo ulteriore dei concetti già visti nella versione “base”.

Con le nuove Nike KD 10 che Durant sta già indossando nella corsa alle NBA Finals si assiste ad un’ennesima lezione da parte di Nike di evoluzione controllata. Ad una prima occhiata, magari superficiale, sembra difficile incontrare dei grossi cambiamenti ma non è così. Leo Chang e KD hanno lavorato benissimo per riuscire a spingere sempre più su l’asticella dell’innovazione ma senza mai esagerare, che tradotto in lingua sneakerhead vuol dire “non stravolgere troppo le cose”. Dall’allacciatura ibrida con Dynimic Flywire delle 9 élite si passa ad una allacciatura totale, che porta gli occhielli all’inizio della midsole per un’aderenza massima.

Il Flyknit è sicuramente l’indiscusso protagonista di questa KD 10, progettata posizionando dei pannelli in materiale tessile di diversa densità ed elasticità secondo la necessità della zona della scarpa. Anche la suola ottiene un rinnovato design per la trazione senza modificare l’ottimo sistema Zoom Air delle KD 9.

La prima colorazione ad uscire sarà la “Anniversary” il 26 maggio , quindi a 5 giorni di distanza da Gara 1 delle Finals, per un retail price di appena $150. Sarà finalmente l’anno di Durant?

Tags: ,


About the Author

Nasce a Roma, classe '94. Il primo amore è il calcio, si avvicina al basket NBA nell'anno del Draft del Prescelto (al secolo LeBron James) ma non dimentica il recente passato Jordaneso della disciplina. Le prime sneaker sono le adidas T-Mac TS Lightspeed, indossate dal suo giocatore preferito. Da lì i suoi piedi hanno toccato praticamente ogni marca degna di produrre sneaker. Ha un debole da sempre per qualsiasi cosa tocchi Kanye West.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • POTREBBERO INTERESSARTI

  • PARTNER