NBA Feet: Edizione Playoff, Finale di Conference, Gara 1. Heat Vs Pacers

Inizia col botto la finale di Conference ad Est. Ok, inutile che guardiate l’NBA se credete che un arbitro fischi i passi di LBJ sul Buzzer Beater. Inutile. L’NBA è puro spettacolo e questo video lo dimostra…

 

Avete presente un ghepardo che rincorre una gazzella nella savana? Solo in un documentario si può vedere un essere vivente scartare un ostacolo alla velocità con cui il Prescelto ha scartato Paul George. Che dire, LBJ ha messo subito in chiaro il suo obbiettivo lasciando Gara 1 da dominatore, con una tripla doppia di pura sostanza che dice 30-10-10.
Partita  bellissima ed equilibrata, caratterizzata nei primi due quarti dalle palle perse. Nella prima frazione di gioco sono i Pacers a sbagliare più passaggi e gli Heat ad approfittarne. Nel secondo quarto il discorso si capovolge, con gli Heat che perdono addirittura 7 palloni in un quarto. Si va al riposo con i Pacers in vantaggio di 5 punti.
Terza frazione che porta gli Heat a -1 dalla squadra di Indianapolis,  Pacers che perdono ancora 5 palloni  e chiudono il parziale con 23 punti contro i 27 degli Heat.
Ultimo quarto di gara al cardiopalma, le squadre si fronteggiano apertamente e si rispondono punto su punto. A 50 secondi dalla fine D-Wade porta i suoi in vantaggio di 2 punti. Paul George sbaglia il tiro più facile della sua partita e  l’azione da offensiva si trasforma in difensiva, con gli Heat che hanno la possibilità di chiudere la partita. Fallo di Hill su Allen: Match point!
Ray Allen ha una media ai liberi (in carriera) dell’ 89%, praticamente un cecchino. L’ex Celtics sbaglia il primo, per la disperazione della mamma sugli spalti. Il secondo va a segno e con soli 17 secondi rimasti sul cronometro gli Heat sono avanti di un possesso pieno.
Palla a Paul George, il giocatore che ha fallito il pareggio 30 secondi prima, che scambia con West e con una calma incredibile a 0,7 secondi dal termine spara una bomba da tre con LBJ in marcatura su di lui. Solo il profumo della retina…

 

Timeout per gli Heat, schema. Palla a Allen che prova da tre, fallendo: partita all’Overtime. Le squadre non si perdoo di vista portandosi in parità a 99 punti a 10 secondi dalla fine dell’incontro. La fine la conoscete, ma non si può non apprezzare un gesto del genere. Rivedetelo!

 

Gara 2 sarà di certo entusiasmante.

Ray Allen è il giocatore a cui arriva la palla del KO. Si è spostato da Boston per questo, fallire il tiro libero e poi il tiro da tre non è da lui, ma per fortuna degli Heat e dei loro tifosi c’è un certo LBJ (Air Jordan XX8 PE)

Udonism Haslem, 2 punti e 7 rimbalzi per lui in questa gara, si scalda nel pre-partita (Li-Ning Way of  Wade)

Norris Cole (Nike Zoom Soldier VI), D.J. Augustin (Air Jordan IV “Thunder”) & Shane Battier (Peak Battier VII)

Joel Anthony si scalda nel pre-partita, anche se non entrerà in campo in Gara 1 (Nike Air Max Hyperposite PE)

LeBron James, tripla doppia all’esordio di queste Finali di Conference. 30 punti, 10 rimbalzi, 10 assist e 3 stoppate. Un giocatore completo che indubbiamente può decidere l’esito di una partita, di una serie e di un campionato.

(Nike LeBron X PS Elite)

Paul George, Top Scorer dei Pacers, 27 punti per lui e un canestro da tre allo scadere che sa di superstar (Nike Lunar Hyperdunk “Gradient” PE 2012)

Lance Stephenson, parte in quintetto base e rimane in campo per 43 minuti. Prova buona più dal punto di vista difensivo, dove con 10 rimbalzi (a cui ne vanno aggiunti 2 offensivi) è il migliore tra i suoi  (AND1 Tai Chi PE)

19 punti, 6 rimbalzi e 5 assist sono il tabellino di D-Wade in Gara 1 (Li-Ning WoW Encore)

Un ottimo David West (Nike Air Max Hyperposite “Gradient” PE) da 26 punti viene contrastato dal sempre più fondamentale Chris Birdman Andersen (Nike LeBron X “Home”) che uscendo dalla panchina in 18 minuti mette a segno 16 punti e 5 rimbalzi.

Mario Chalmers rimane in partita solo per 21 minuti, fino a quando lo scontro con l’imponente Hibbert gli causa un infortunio alla spalla destra (Spalding Threat)

Sam Young gioca solo 10 minuti in questa Gara 1, una palla rubata, buona pressione difensiva ma 0 punti per lui (PEAK Team Lighting)

George Hill, di nuovo una partita con poca precisione al tiro per lui (Peak “Attitude” PE).

19 punti e 9 rimbalzi, di cui 7 difensivi per Roy Hibbert (Nike Zoom Hyperfuse PE)

Photo Credits: ESPN