NBA Feet: Edizione Playoff, Finale di Conference, Gara 3. Spurs Vs Grizzlies

I Grizzlies gettano alle ortiche una ghiotta occasione per accorciare il distacco in Gara 3. Forse hanno perso di più. Forse hanno messo a repentaglio la loro permanenza in queste finali di Conference.
Gli Spurs con un vantaggio di tre gare sono un una situazione di assoluto vantaggio. Non sono una squadra giovane e proprio per questo non alzeranno le mani dal manubrio prima di tagliare il traguardo.
Nonostante il vantaggio di giocare davanti al pubblico amico, la squadra di Gasol & Co. rischia già nella gara di Lunedì di abbandonare i Playoff e consegnare agli Spurs una finale per il titolo che era completamente insperata ad inizio stagione.
Analizziamo la partita. Primo tempo a totale appannaggio dei padroni di casa che a dieci secondi dalla fine della prima frazione sono avanti di 18 punti.

 

Colpa soprattutto, secondo Popovich, delle palle perse dalla squadra Texana (sette nel solo primo quarto).
Gli Spurs pongono rimedio alla questione (si può fare diversamente dopo quello che Popovich avrà detto loro nella pausa?) e nel secondo quarto non lasciano sfuggire nemmeno una palla.
Discorso ben diverso per i Grizzlies che nel secondo quarto sbagliano la bellezza di 15 tiri. Quarto che si conclude con gli Spurs che rimontano la bellezza di 12 punti sui 16 di vantaggio dei Grizzlies.
Terza frazione di gioco equilibrata, con San Antonio che riesce a recuperare ancora punti, portando il distacco ad una sola lunghezza all’inizio del quarto parziale.
Ultima frazione di gioco in cui le squadre si affrontano colpo su colpo. A 33 secondi dalla fine, con il risultato sul 86 a 85 per gli Spurs, Tony Allen va in lunetta per 2 liberi che potrebbero riportare avanti Memphis.
Il primo viene sbagliato, ma il secondo entra. Parità.
Capovolgimento di fronte e Manu Ginobili che sbaglia il colpo del KO dalla lunga distanza. Nuova occasione per i Grizzlies che si presentano in area Spurs e proprio allo scadere dei tempi regolamentari Mike Conley sbaglia il tiro da due che avrebbe portato la serie sul 2 a 1: Overtime!
I Grizzlies, forse demoralizzati dall’aver sprecato i 18 punti di vantaggio prima e il layup decisivo poi, sembrano quasi non essere entrati in campo. Il solo Tim Duncan segna gli stessi punti di tutti i Grizzlies nell’overtime. Ma Duncan non gioca solo. Parker e Splitter mettono a segno insieme gli undici punti che regalano la partita e forse il biglietto per la Finale agli Spurs.

Tony Parker, Top Scorer dell’incontro con 26 punti, guida gli Spurs verso la finale del titolo 2012/2013 (Peak “Team Lightning” PE)

Tim Duncan, miglior giocatore dell’incontro, alla veneranda età di 37 anni mette a segno 24 punti e 10 rimbalzi (adidas Crazy Fast PE), 144esima doppia doppia per lui nei playoff. Risultato che lo vede 2° in classifica ALL TIME, dietro una leggenda della NBA come Magic Johnson.

Tayshaun Prince solo 7 punti in 21 minuti per lui in questa partita (Nike Hyperdunk 2012).

Mike Conley, miglior realizzatore dei suoi con 20 punti e 5 palle rubate nel primo quarto che contribuiscono al vantaggio temporaneo dei Grizzlies sugli Spurs (adidas CrazyQuick “Triple Blue”).

Boris Diaw, 7 punti anche per lui uscendo dalla panchina (Nike Air Max Hyperaggressor PE).

Corey Joseph, altro comprimario degli Spurs, che non si risparmia mai quando entra in campo, anche se in questa partita non mette a referto nemmeno un punto (Nike LeBron X “Prism”).

Manu Ginobili esce dalla panchina e porta in dote alla sua squadra 19 punti, 7  rimbalzi e 5 assist (Nike LeBron X “Carbon”).

Quincy Pondexter, ottimo il suo apporto con tre triple a bersaglio ed un bottino totale di 15 punti (adidas Real Deal Joy Blue/Black).

Marc Gasol, seguito in tribuna dal fratello Pau, finisce la partita con un’ottima doppia doppia da 16 punti e 14 rimbalzi di cui 9 difensivi. Nulla di nuovo per il miglior difensore NBA della stagione (Nike Lunar Hyperdunk 2012 “Gradient” PE).

Matt Bonner, mette sempre il massimo impegno ogni volta che viene chiamato in causa da Popovich, 8 punti per lui (New Balance 8025).

Vincono il premio simpatia di tutta la stagione NBA, con largo anticipo, i tifosi dei Grizzlies. Grazie a questa gigantografia della ex signora Parker con la fascia alla Zibo dei Grizzlies.

Photo Credits: ESPN