NBA Feet: Edizione Playoff, Finale di Conference, Gara 4. Heat Vs Pacers

Serie strepitosa quella tra le squadre di Miami ed Indiana.
Partite piene di intensità, dove le due compagini si rispondono colpo su colpo, a suon di schiacciate, stoppate e tante giocate emozionanti.
Stavolta sul parquet di casa a spuntarla è Indiana. Vittoria per 99 a 92 maturata soprattutto nel terzo periodo di gioco, dove la squadra di coach Vogel accumula 6 punti di vantaggio, che vanno ad aggiungersi alla distanza di un punto derivata dalla prima metà della partita. L’ultimo quarto della gara è in assoluta parità.
Pacers trascinati dallo strapotere fisico di un sempre più concentrato Roy Hibbert. Finora si era sempre criticato il livello di attenzione e la coerenza delle prestazioni del giovane centro ex Georgetown che sembra finalmente aver trovato gli stimoli giusti.

 

Ottima la prova anche di Lance Stephenson macchiata dai due gesti plateali su tocchi degli avversari degni del peggior simulatore della serie A. Probabilmente l’NBA lo sanzionerà pesantemente.
Ma Born Ready da un apporto fisico e di velocità al gioco di Indiana che gli Heat non riescono ad arginare.
Nella squadra della Florida, dopo le prove più che convincenti di questi Playoff, pessima serata per Birdman. Andersen conclude i suoi 19 minuti in campo con 0 tiri tentati e solamente 2 rimbalzi. Eravamo abituati a ben altre prestazioni da parte sua.
Male al tiro anche Chris Bosh, solo 1/6 per l’ex stella dei Raptors. Male al tiro in realtà è andata tutta Miami, che chiude la partita con un 39% dal campo contro il 50% di Indiana.
Indiana che porta tutto il suo quintetto in doppia cifra, a cui vanno aggiunte le doppie doppie di Hibbert e del solito West.
Top Scorer dell’incontro, manco a dirlo, è LeBron James che si rende protagonista, insieme a Wade, di un gesto commovente. Sulle scarpe delle Star degli Heat è comparsa (scritta in bianco) una Hashtag che ha catturato l’attenzione di molti: #LiveLikeBella

L’hashtag è stato creato dal papà di una giovanissima fan degli Heat, Bella Rodriguez-Torres, deceduta ieri all’età di 10 anni dopo aver passato gli ultimi 6 a combattere contro il cancro. La forza di Bella, che ha vissuto un anno in più rispetto alle aspettative dei medici, ha convinto il papà a coniare l’hashtag. Per onorare la sua forza i due giocatori hanno adornato le loro scarpe scrivendoci sopra con le proprie mani. Bella avrebbe sicuramente apprezzato.

Migliore in campo, anche oggi, per gli Heat è stato LeBron James con 24 punti, 6 rimbalzi, 5 assist, 3 stoppate e 1 palla rubata (Nike LeBron X Elite PE “Away”)

Dwyane Wane rimane in media con le sue ultime prestazioni segnando a fine gara 16 punti e 6 assist (Li- Ning Way Of Wade Encore PE “All Black”).

Norris Cole (Nike LeBron X, Black/Silver-Red) non riesce in questa gara a lasciare il solito segno di intensità di gioco. Solo 4 punti per lui.

Mario Chalmers con 20 punti risulta essere il migliore dei suoi dopo LBJ. Ottima la realizzazione dei liberi dove Rio si concede un 8/8 (Spalding Threat).

Chris Bosh (Nike Hyperposite PE) qui in meditazione nel pre-gara. Evidentemente non è riuscito a trovare le giuste motivazioni in Gara 4, dove risulta notevole, ai fini del risultato finale, la sua scarsa percentuale al tiro.

Riesce a terminare la gara con 11 punti ma è ben lontano dalle sue “solite” prestazioni Ray Allen (Air Jordan XX8 PE) che infila due triple (una della quali impossibile) su sette tentativi.

Pessima la prova di The Birdman (Nike LeBron X  PE) qui in marcatura su Sam Young.

Solo 12 punti per Paul George, che però è il vero cuore del gioco di Indiana (Nike Lunar Hyperdunk “Gradient” 2012 PE).

Roy Hibbert (Nike Hyperfuse 2012 PE) giganteggia in Gara 4. Non solo per le sue dimensioni fisiche, ma anche per una prestazione da doppia doppia con 23 punti e 12 rimbalzi. Sotto canestro è inarrestabile: Andersen, Battier e lo stesso James non riescono a limitare la sua potenza fisica.

Di nuovo 19 punti per George Hill che mantiene la parola, dopo Gara 1 aveva promesso maggior impegno (Peak “Attitude” PE).

Lance Stephenson si riprende dopo 2 gare di blackout. Torna quello di Gara 1 e mette a segno 20 punti (AND 1-Tai Chi White/Navy).

David West (Nike Hyperposite “Gradient” PE) riporta a fine gara 14 punti e 12 rimbalzi segnando l’ennesima doppia doppia di questi Playoff.

6 punti e 6 rimbalzi in soli 14minuti in campo per Sam Young (Peak Team Lightning) a cui si aggiungono anche due palle rubate.

Photo Credits: ESPN, Aaron Knows