NBA Feet: Edizione Playoff, Finale di Conference, Gara 4. Spurs Vs Grizzlies

La serie tra Memphis e San Antonio termina a 7,11 minuti dalla fine del primo quarto.
Dopo un iniziale parziale di 4 a 0 per Memphis la squadra del Tennessee sventola bandiera bianca. O meglio, i Grizzlies proveranno anche a riprendersi la partita, senza mai troppa convinzione, ma gli Spurs risponderanno ad ogni loro canestro senza dar modo di avvicinarsi.
Ad 1,07 dalla fine del terzo quarto i Grizzlies si fanno sotto fino al -3 dagli Spurs, ma il canestro da tre di Leonard prima e gli errori al tiro di Randolph e Bayless faranno terminare il terzo parziale con San Antonio avanti di 6 punti.
Ultima frazione di gioco molto equilibrata con la squadra di Popovich che controlla gli avversari senza fatica. Risultato, una squadra di “vecchietti” che nessuno avrebbe mai indicato ad inizio stagione tra le favorite si prende la sua rivincita e vince la Western Conference della stagione 2012/2013, ed ora attende la vincente della finale ad Est.
Partita dominata soprattutto da un Tony Parker in versione Superman, con 37 punti (miglior prestazione della Post Season).

 

La sintesi della partita.

 

Molte le recriminazioni per i Grizzlies, soprattutto per alcuni dei suoi uomini chiave come Randolph… opaco anche in questa occasione lascia il campo con molti rimpianti.

Gli Spurs tornano così in finale dopo sei stagioni dal titolo del 2006/2007 vinto con uno schiacciante 4 a 0 sui Cleveland Cavaliers di LeBron James. LBJ che potrebbe proprio essere l’avversario anche in questa finale se i suoi Heat riuscissero ad aver ragione dei Pacers.

Pessima prova per Tony Allen (adidas D Rose 3.5 “ASG”) conclude la serie con soli 4 punti.

Opaca anche la prova di Bayless (adidas Top Ten 2000), solo 8 punti per lui nonostante i 24 minuti in campo. Protagonista anche di un siparietto con coach Hollins che lo ricaccia in panchina per sgridarlo.

 

Nonostante i 7 assist e i 6 rimbalzi anche per Conley la partita che chiude la stagione dei Grizzlies è stata molto deludente. Solo 9 punti per lui (adidas Crazyquick “Electricity”)

Gasol (Nike Lunar Hyperdunk “Gradient” PE ) le prova tutte per cercare di arginare la mostruosa serata di Tony Parker (Peak Team Lighting PE)… anche stenderlo con le cattive maniere. La fine è nota, ma di certo al catalano non si può rimproverare nulla in quella che è stata, senza dubbio, la miglior stagione per lui dal suo arrivo in NBA.

Manu Ginobili (Nike LeBron X “Prism”), triplo sei per lui. Sei soli punti, sei rimbalzi ma sei assist di gran qualità, come quello di inizio partita…

 

Tim Duncan accede alla sua ennesima finale per il titolo all’età di 37 anni, non un record, ma sicuramente una grande prova di orgoglio per lui (adidas Crazy Fast PE).

Photo Credits: ESPN