NBA Feet: Edizione Playoff, Secondo Turno Gara 4. Heat Vs Bulls

 

La serie prende la strada per Miami. Nella notte allo United Center i Bulls hanno ammainato la bandiera contro gli Heat. E’ mancato quello che fino ad ora ha tenuto in vita la squadra di coach Thibodeau, ovvero il cuore. Partita a basso punteggio sempre in controllo totale da parte della squadra di coach Spoelstra.
Forse Chicago  era veramente troppo stanca per affrontare la fisicità di James & Co. o forse demoralizzata dall’esito di Gara 3. Fatto sta che proprio quello che è stato fino a ieri notte il motorino dei Bulls, ovvero Nate Robinson, stavolta è spento e poco preciso. Termina la gara con un pessimo 0 su 12 in 32 minuti.
Scende anche l’intensità di un Noah che fino ad ora era stato il muro difensivo dei Bulls, solo 6 rimbalzi difensivi per lui.
Unico giocatore in doppia doppia Carlos Boozer, ma con appena 14 punti a referto.
Vera sorpresa della partita è stato l’esordio (e qui il coach dei Bulls non è esente da rimproveri) di Rip Hamilton, che nonostante l’improvvisa chiamata si fa trovare pronto e mette a segno 11 punti, anche se con un 4 su 11 al tiro.
Almeno ora Rip ha qualcosa di meglio da fare che pubblicare le foto delle sue ultime conquiste a livello di sneakers… proprio il giorno prima della partita ci aveva mostrato via social network le sue nuove Air Jordan V Black Grape, abbinate al cappello dei Bulls con la stessa tavolozza di colori.

Per Miami prova maiuscola di un LBJ che mal ha digerito le critiche piovutegli addosso dopo il “carpiato” sulla spinta di Mohammed in Gara 3.

 

Tra le notizie non  positive per la squadra della Florida c’è l’infortunio a D-Wade. Il numero 3 degli Heat accusa una distorsione al ginocchio destro che per fortuna non si tramuta in un infortunio più grave, tanto da proseguire a giocare dopo qualche minuto di riposo. I prossimi giorni ci faranno capire meglio l’evolversi della situazione.

 

88 a 65 il risultato finale, serie che ora si sposta alla American Airlines Arena di Miami per il primo Match Point in favore degli Heat.

27 punti, 7 rimbalzi e 8 assist per LeBron James (Nike LeBron X)

Un affranto Noah, l’esito delle semifinali per i Bulls sembra ormai scontato (Le Coq Sportif Noah 3.0 Tribe Leader)

22 minuti e solo 5 puti per Ray Allen (Air Jordan XX8 PE)

Bersaglio da 3 mancato per ben 5 volte nella serata di  Marco Belinelli che chiude con 9 punti la sua Gara 4 (Nike Hyperdunk 2012)

A terra anche Carlos Boozer, l’unica doppia doppia dei Bulls è la sua (Nike Hyperdunk 2012 PE)

D-Wade e le Li-Ning WoW Encore, come ultimamente ci ha abituati, anche in questa gara cambio in corso di gioco per lui

Taj Gibson, vicino alla doppia doppia con 10 punti e 9 rimbalzi, sempre uno degli ultimi ad arrendersi (adidas CrazyQuick), marcato da Andersen (Nike LeBron X)

 

Photo Credits: ESPN