NBA Feet: Playoff, 07 Maggio 2014

 

Era doveroso per noi iniziare a parlare di questa seconda giornata della semifinali di Conference rendendo omaggio a Kevin Durant, l’MVP della Regular Season 2013-2014.
Il giocatore dei Thunder viene premiato prima dell’incontro coi Clippers nella sua Chesapeake Arena davanti al suo pubblico. Avrà il premio dato nuova linfa all’infinita classe di KD35?
Nell’altro incontro i Pacers cercano di combattere contro loro stessi più che contro gli avversari, con i Wizards che proveranno ad approfittare di ogni passo falso della squadra dell’Indiana.
Come sempre, andiamo a vedere i risultati e le migliori scarpe viste sui due parquet.

OKLAHOMA CITY THUNDER 112 – LOS ANGELES CLIPPERS 101

 

Parlare di Kevin Durant dopo la sua nomina di MVP e dopo la sua ennesima, la 28a nei Playoff, prova sopra i 30 punti potrebbe sembrare scontato.
Ma la verità è che vedere giocare il numero 35 dei Thunder è una gioia per chiunque ami questo sport. Se poi nella stessa gara il suo amico Russell Westbrook mette a segno l’ennesima (è record per lui) tripla doppia dei PO allora per gli avversari la faccenda si complica e non poco. Anche quando di fronte hai un team come quello losangelino. La squadra di coach Rivers non riesce ad arginare la classe dei due giocatori, soprattutto perché sia KD che Westbrook hanno coinvolto anche i compagni di squadra, Sefolosha e Ibaka sono quelli che ne beneficiano di più.
Giornata no per il team californiano, soprattutto per CP3 e per la sua media tiro che scende sotto il 50% ma non gli impedisce di finire comunque in doppia doppia. Scarso anche l’apporto di Jordan con soli 7 punti, è sembrato meno reattivo anche in fase difensiva.
Anche qui la serie si riequilibra, ora per Gara 3 si vola in California dove i Thunder dovranno cercare di ripetersi davanti al pubblico avversario dello Staples Center.

Blake Griffin (Jordan Super.Fly 2 PO PE)

Blake Griffin (Jordan Super.Fly 2 PO PE)

Chris Paul (Jordan CP3.VII AE PE)

Chris Paul (jordan CP3.VII AE PE)

DeAndre Jordan (Nike Zoom Soldier VII PE)

DeAndre Jordan (Nike Zoom Soldier VII PE)

Hasheem Thabeet (Air Jordan V “Bel-Air”)

Hasheem Thabeet (Air Jordan V Bel-Air)

Jamal Crawford (Brandblack Raptor PE)

Jamal Crawford (Brandblack Raptor PE)

Jared Dudley (Nike Zoom Crusader PE)

Jared Dudley (Nike Zoom Crusader PE)

Kendrick Perkins (Air Jordan III “Powder Blue”)

Kendrick Perkins (Air Jordan III Powder Blue)

Kevin Durant (Nike KD VI PE).

Kevin Durant (Nike KD VI PE).

Matt Barnes (adidas D Rose 4.5 PE)

Matt Barnes (adidas D Rose 4.5 PE)

Russell Westbrook (Air Jordan XX9 “Home” PE) in una delle sue modestissime esultanze

Russell Westbrook (Air Jordan XX9 Home PE) in una delle sue modestissime esultanze

Thabo Sefolosha (Nike Hyperdunk 2012 Low)

Thabo Sefolosha (Nike Hyperdunk 2012 Low)

 

INDIANA PACERS 86 – WASHINGTON WIZARDS 82

 

Più della sconfitta in Gara 1, il mondo giornalistico intero si è interessato ai motivi per cui Roy Hibbert ha avuto il calo che è evidente a tutti. Ovviamente è stato facile arrivare a fare supposizioni di ogni genere e si sa, il pettegolezzo va sempre per la maggiore. Nel pre-partita di Gara 2 è stato lo stesso Paul George a smentire categoricamente le voci girate nei giorni precedenti con una foto ed un commento che non lascia repliche.

Roy

Il risultato? Come spesso accade, vedi la risposta sul campo di KD al titolo di Mr. Unreliable, è stata evidente a tutti.
Roy Hibbert è il migliore in campo, addirittura il Top Scorer dell’incontro. Poco importa se Paul George ha limitato la sua prestazione lasciando giocare il compagno e amico. Questo è lo sport di squadra e soprattutto questa è amicizia vera.
La cosa migliore è che il gesto dei compagni di cercare ripetutamente Hibbert ha portato il frutto che tutti desideravano, ovvero la vittoria contro i Wizards. Del resto lo stesso George in una conferenza stampa di qualche giorno fa parlava dell’importanza di coinvolgere il numero 55 dei Pacers nel gioco. Quando Hibbert è coinvolto e cercato, prende il completo possesso dell’area sotto il canestro e fermarlo, o cercare di passarlo in fase difensiva, diventa difficile se non impossibile per tutti. Anche per Washington l’uomo protagonista è quello che non ti aspetti. Né Bradley Beal, né John Wall, né tantomeno Ariza ma….. Marcin Gortat. Il migliore dei suoi, il polacco finisce in doppia doppia con 21 punti e 11 rimbalzi ed è l’unico che riesce a sfuggire alle mani di Hibbert e Mahinmi sotto il canestro. Sfortunatamente per la squadra di Washington è troppo poco e i Pacers riescono a pareggiare la serie.

Andre Miller (Reebok Sublite Pro Rise PE)

Andre Miller (Reebok Sublite Pro Rise)

C.J. Watson (Peak Relentless PE)

C.J. Watson (Peak Relentless PE)

Nenè Hilario (Nike Hyperdunk 2013 PE), Roy Hibbert (Nike Zoom Hyperfuse 2013 PE)

Chris Copeland (adidas Crazy Shadow 2 PE), Lance Stephenson (AND 1 Tai Chi Mid PE)

George Hill (Peak Attitude PE)

George Hill (Peak Attitude PE)

Chris Copeland (adidas Crazy Shadow 2 PE), Lance Stephenson (AND1 Tai Chi Mid PE)

i

John Wall (adidas adiZero Crazy Quick 2 PE)

John Wall (adidas adiZero Crazy Quick 2 PE)

Luis Scola (Anta Scola 4)

Luis Scola (Anta Scola 4)

Martell Webster (Nike Air Flightposite “Carbon Fiber”)

Martell Webster (Nike Air Flightposite Carbon Fiber)

No, la foto non è al contrario… è solo Bradley Beal  dopo uno scontro con Roy Hibbert (Nike Zoom HyperRev PE) 

No, la foto non è al contrario... è solo Bradley Beal  dopo uno scontro con Roy Hibbert(Nike Zoom HyperRev PE)

Paul George (Nike Zoom Crusader PE)

Paul George (Nike Zoom Crusader PE).

E’ ormai una consuetudine per noi, sperando che sia per voi ormai irrinunciabile, lasciarvi con le migliori giocate della notte NBA: SEE Y’ALL!!!

 

Photo Credits: ESPN