NBA Feet

Published on maggio 1st, 2014 | by Il Kokkola

0

NBA Feet: Playoff, 30 Aprile 2014


Tre partite nella notte del 30 Aprile 2014, con una di queste che rappresenta il primo dei due match point per i Blazers.
Quinto episodio anche del derby texano che vede affrontarsi le due franchigie con la maggiore esperienza in questi Playoff. Quinto scontro anche quello che vede contrapposti i giovani Raptors e i più maturi Nets.
Andiamo ad analizzare i risultati della notte dando sempre un occhio alle scarpe indossate dai giocatori scesi in campo.

SAN ANTONIO SPURS 109 – DALLAS MAVERICKS 103

 

Il derby texano torna a San Antonio e quindi all’AT&T Center.
Davanti al pubblico di casa gli Spurs riescono ad avere la meglio sui mai arrendevoli Dallas Mavericks, portandosi in vantaggio nella serie tentando di chiuderla in esterna a Dallas.
Mavericks che non riescono ad avere la meglio sugli avversari nonostante la partitissima dei suoi vecchi (Nowitzki da 26 e Carter da 28 punti). Il resto del team, fatta eccezione per Monta Ellis (che chiuderà l’incontro con 21 punti), sembra spento e non riesce a dare il supporto che serve alle sue star.
Discorso opposto quello della squadra allenata da coach Popovich che fa del gioco di squadra e del coinvolgimento di tutti i suoi interpreti la chiave di lettura del proprio incontro. Doppie doppie per Duncan e Splitter che gioca una delle sue migliori partite di sempre. Miglior realizzatore della franchigia di San Antonio è Tony Parker.
Partita che vive di fiammate da parte dell’una e dell’altra squadra, con gli Spurs che però riescono a rimanere in vantaggio dall’inizio dell’incontro. I Mavs riescono a raggiungere un paio di volte gli avversari e a pareggiare il risultato, ma non riescono mai a piazzare il sorpasso. I Mavs fino all’ultimo quarto, però, riescono a tenere sotto pressione gli avversari rimanendo sempre vicini come risultato. Come già detto, la serie torna a Dallas e gli Spurs si sono comunque garantiti la certezza di un’ipotetica Gara 7 davanti al pubblico amico.

Danny Green (Nike Zoom HyperRev)

Danny Green (Nike Zoom HyperRev)

Devin Harris (adidas Crazy 1)

Devin Harris (adidas Crzy 1)

Kawhi Leonard (Jordan Super.Fly 2 PE)

Kawhi Leonard (Jordan Super.Fly 2 PE)

Manu Ginobili (Nike LeBron 11 “Graffiti”), Monta Ellis (Air Jordan XIV “Light Graphite”)

Manu Ginobili (Nike LeBron 11 Graffiti), Monta Ellis (Air Jordan XIV Light Graphite)

Monta Ellis (Air Jordan XIV Light Graphite)

Monta Ellis (Air Jordan XIV Light Graphite)

Tony Parker (Peak TP2)

Tony Parker (Peak TP2)

 

BROOKLYN NETS 113 – TORONTO RAPTORS 115

 

Di certo la più bella sorpresa di questi Playoff ce l’ha offerta il pubblico canadese nei primi due incontri della serie. L’affluenza dei 18.000 tifosi all’Air Canada Center è uno dei motivi delle prestazioni della squadra di casa. Galvanizzati dal sostegno dei fan, i Raptors prendono da subito un largo vantaggio sui Nets grazie soprattutto ad una serata da MVP di Kyle Lowry, che concluderà con il suo Career High ai Playoff con 36 punti.
Lowry delizia i tifosi e i compagni con delle giocate incredibili come quella che conclude il primo tempo, sul suono della sirena.

 

I Raptors giocano la loro pallacanestro, fatta di velocità, che i Nets non riescono ad arginare. A 5 minuti dalla fine del terzo quarto ci sono 26 punti che separano le squadre ma il quarto periodo dei Nets fa tremare le gambe di tutti i presenti dell’arena canadese.
Con l’aiuto dei Raptors, colpevoli secondo il loro coach di aver alzato le mani dal manubrio troppo presto, i Nets rientrano in partita recuperando punti e portandosi pericolosamente vicino agli avversari.
I Raptors e Kyle Lowry in particolare, riescono a gestire la situazione e ad avere la meglio sulla squadra di New York.
Ora si torna nella Grande Mela per Gara 6, che vedrà i Raptors tentare di chiudere la serie in trasferta.

Amir Johnson (Air Jordan III “Black Cement”)

Amir Johnson (Air Jordan III Black Cement)

Andray Blatche (Air Jordan XI “Gamma Blue”)

Andrat Blatche (Air Jordan XI Gamma Blue)

DeMar DeRozan (Nike Kobe IX Elite)

DeMar DeRozan (Nike Kobe 9 Elite)

L’ambasciatore mondiale dei Raptors e rapper Drake (Air Jordan XIII “Playoff”)

Drake (Air Jordan XIII Playoffs)

Joe Johnson (Jordan Super.Fly 2.0 PO PE)

Joe Johnson (Jordan Super.Fly 2.0 PO PE)

Kevin Garnett (Anta KG4)

Kevin Garnett (Anta KG4)

Kyle Lowry (Peak Lowry PE), Deron Williams (Nike Zoom Crusader PE)

Kyle Lowry (Peak Lowry PE), Deron Williams (Nike Zoom Crusader PE)

Terrence Ross (Air Jordan X “Doernbecher”)

Terrence Ross (Air Jordan X Doernbecher)

Terrence Ross (Air Jordan X “Steel”)

Terrence Ross (Air Jordan X Steel)

 

PORTLAND TRAIL BLAZERS 98 – HOUSTON ROCKETS 108

 

Primo match point esterno per i Blazers che si trovano in vantaggio nella serie per 3 a 1.
I Rockets non vogliono di certo gettare alle ortiche il gran lavoro fatto durante la stagione insieme a coach McHale e scendono in campo con piglio deciso a proseguire la serie fino a Gara 7. Houston riesce ad ammansire uno dei fattori scatenanti delle prime due sconfitte per i texani, ovvero quel LaMarcus Aldridge che oggi viene limitato a soli 8 punti in campo. Per i Blazers è Lillard, allora, che è costretto a prendersi la squadra sulle spalle e alla fine registrerà 26 punti.
Per i Rockets convincono sempre più le giocate di Dwight Howard, praticamente perennemente in doppia cifra da quando è arrivato a Houston. Non brilla il Barba che praticamente è assente ingustificato in campo nei primi due quarti. Al ritorno dall’intervallo, quello che si vede in campo è un Harden diverso, che mette a segno 17 punti.
La chiave del successo dei Rockets è l’apporto di Lin, che partendo dalla panchina mette a segno 21 punti, e Asik. Il turco finisce l’incontro in doppia doppia con 15 rimbalzi che, aggiunti ai 14 di Superman, permettono a Houston di dominare sotto canestro l’incontro.
Per Gara 6 si torna in Oregon, dove i Blazers cercheranno di portare a casa la vittoria ed il passaggio del turno.

Chandler Parsons (Anta CP25)

Chandler Parsons (Anta CP25)

Damian Lillard (adidas adiZero Crazy Quick 2 PE), Patrick Beverly (adidas D Rose 4.5 PE)

Damian Lillard (adidas adiZero Crazy Quick 2 PE), Patrick Beverly (adidas D Rose 4.5 PE)

Dwight Howard (adidas D Howard 4), Robin Lopez (adidas adiZero Crazy Quick PE)

Dwight Howard (adidas D Howard 4), Robin Lopez (adidas adiZero Crazy Quick PE)

James Harden (Nike Zoom Crusader PE), Nicolas Batum (adidas Crazy Shadow 2)

James Harden (Nike Zoom Crusader PE), Nicolas Batum (adidas Crazy Shadow 2)

Jeremy Lin (adidas adiZero Crazy Quick 2 Low PE)

Jeremy Lin (adidas adiZero Crazy Quick 2 PE)

LaMarcus Aldridge (Nike Air Max Hyperposite PO PE)

LaMarcus Aldridge (Nike Air Max Hyperposite PO PE)

Vi lasciamo con le migliori giocate della notte NBA.

 

Photo Credits: ESPN

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author

Nato a Roma nell’Ottobre del 1977, dopo il diploma in Elettronica si butta nel mondo del commercio. Amante della musica Hip-Hop, dei tatuaggi e della cultura “Made in USA”, trova nell’NBA il mondo perfetto. Grande tifoso dei Boston Celtics riesce a seguire i suoi idoli già dai tempi dei commenti di Dan Peterson sulle reti minori. Sneakerhead a tempo pieno combatte quotidianamente contro chi vuole omologarlo dietro un paio di mocassini. I primi passi da Sneakerhead con un paio di Reebok Pump Twilight Zone… ma il vero amore è per lo Swoosh!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top ↑
  • POTREBBERO INTERESSARTI

  • PARTNER