NBA Feet: Pre-Season, Quattordicesimo Giorno

Quattro le partite nella quattordicesima giornata di Pre-Season NBA, con Chicago che supera Indiana allo United Center.
Parquet casalingo che venne l’ennesima prova del ritorno del beniamino di casa, Derrick Rose, che nella notte mette a segno la bellezza di 32 punti in 31 minuti e distribuisce anche 9 assist. Affiancato da un Luol Deng in gran spolvero, 22 punti per lui, il numero 1 di Chicago guida i Bulls alla quinta vittoria in altrettante partite pre-stagionali.
Di certo i Bulls visti in questa serata, calcolando le assenze di Noah e Butler, sono tra i candidati a dire la sua fino ai Playoff.
Indiana non va molto al di là di quello che abbiamo visto lo scorso anno. Se difatti da un lato c’è il rientro di Granger che porta punti ai Pacers, dall’altro la panchina della squadra rivelazione dello scorso anno sembra essere un po’ povera di talento.

Derrick Rose (adidas D Rose 4) e George Hill (Peak George Hill)

Derrick Rose (adidas D Rose 4), George Hill (Peak George Hil)

Mike Dunleavy (Nike Kobe 8 System) e Danny Granger (Nike Hyper Quickness)

Mike Dunleavy (Nike Kobe 8 System), Danny Granger (Nike Hyper Quickness)

Nazr Mohammed (Nike KD V)

Nazr Mohammed (Nike KD V)

Roy Hibbert (Nike Hyperfuse 2013 PE)

Roy Hibbert (Nike Hyperfuse 2013 PE)

Ok, gli NBA Global Games sono un’esibizione di puro spettacolo, quindi non ci si aspetta troppo da quello che si vede in campo, ma per quello che riguarda i Los Angeles Lakers, quello visto finora è veramente troppo poco per inserire tra i pretendenti all’anello i gialloviola. I Lakers non possono sperare di poggiare la loro forza solo e soltanto sul rientrante Kobe e i gregari che dovrebbero fare da spalla al Black Mamba sembrano essere veramente troppo poco. Di fronte in questa gara, giocata alla Mercedes Benz Arena di Shangai, i Golden State Warriors di uno spentissimo Stephen Curry. A differenza dei Lakers, è proprio il pacchetto di supporto al numero 30 che in questa partita si mette in evidenza. Oltre al Lee che tutti ricordiamo pre-infortunio, i Warriors hanno avuto l’apporto di un Thompson da 25 punti e della bellezza di 59 punti arrivati dalla panchina. Unica nota positiva per i Lakers è proprio la presenza sul parquet del Black Mamba, anche se solo in fase di riscaldamento.

Kobe Bryant (Nike Zoom Venomenon 4)

Kobe Bryant (Nike Zoom Venomenon 4)

Kobe Bryant (Nike Kobe 8 System “What The Kobe”)

Kobe Bryant (Nike Kobe 8 System What The Kobe)

Andre Iguodala (Nike Hyperfuse 2013 Low PE) e Xavier Henry (Nike Kobe 8 System)

Andre Iguodala (Nike Hyperfuse 2013 Low PE), Xavier Henry (Nike Kobe 8 System)

Pau Gasol(Nike Hyperdunk 2013 PE) e Marreese Speights (Nike Hyperdunk 2013) 

Pau Gasol(Nike Hyperdunk 2013 PE) Marreese Speights (Nike Hyperdunk 2013)

Stephen Curry (Under Armour Anatomix Spawn PE)

Stephen Curry (Under Armour Anatomix Spawn PE)

David Lee (Nike Hyper Aggressor PE)

David Lee (Nike Hyper Aggressor PE)

Steve Nash (Nike Kobe 8 System) e Steve Blake (Nike Kobe 8 System)

Steve Nash (Nike Kobe 8 System), Steve Blake (Nike Kobe 8 System)

Anche sponda Clippers le notizie che arrivano dalla serata non fanno gioire. Nella partita casalinga contro Portland la squadra di coach Rivers subisce la prima sconfitta casalinga. A preoccupare l’ex coach biancoverde sono più che altro le scialbe prove dei suoi giocatori, se si esclude un Griffin da 18 punti ed uno stupefacente Darren Collison da 31 punti. Per il resto del roster basti considerare che Chris Paul è il terzo scorer dei Clippers con 7 punti. Trentanove i punti totali del quintetto di Los Angeles contro Portland che ne mette 11 di più col quintetto base. La differenza dell’incontro è sostanzialmente qui, visto che le panchine si equivalgono nell’apporto numerico all’incontro.

Blake Griffin (Jordan Super.Fly 2 PE)

Blake Griffin (Jordan Super.Fly 2 PE)

Chris Paul (Jordan CP3.VII PE)

Chris Paul (Jordan CP3.VII PE)

Damian Lillard (adidas D Rose Englewood Low)

Damian Lillard (adidas D Rose Englewood Low)

Darren Collison (adidas adiZero Crazylight 3)

Darren Collison (adidas adiZero Crazylight 3)

Chiude la serata l’incontro tra Memphis Grizzlies e Orlando Magic. Proprio la squadra della Florida incassa la terza sconfitta casalinga consecutiva, non di certo un bel record per il pubblico di casa. Buona la prova di Mike Miller, doppia doppia per lui, e quella di Ed Davis anch’egli in doppia doppia. Oladipo, Top Scorer dell’incontro con 22 punti, e Vucevic, i migliori per Orlando. Probabilmente i Magic sono destinati ad un’altra stagione senza troppe pretese.

E’Twaun Moore (Nike Hyperfuse 2013 Low)

E'Twaun Moore (Nike Hyperfuse 2013 Low)

Marc Gasol (Nike Hyperdunk 2013 PE)

Marc Gasol (Nike Hyperdunk 2013 PE)

Mike Conley (adidas adiPure Crazylight 3.0)

Mike Conley (adidas adiPure Crazylight 3.0)

Victor Oladipo (Jordan Prime.Fly)

Victor Oladipo (Jordan Prime.Fly

Zach Randolph ( Nike Air Max Hyperguard Up PE)

Zach Randolph ( Nike Air Max Hyperguard Up)

Photo Editor: ESPN, NBA