NBA Feet: Regular Season, 12 Novembre

MIAMI HEAT 118
MILWAUKEE BUCKS  95

Partita dal risultato scontato, troppa la disparità di talento tra le due squadre.
LeBron con 33 punti riesce quasi a fare gli stessi punti del quintetto dei Bucks, dove il solo Butler finisce in doppia cifra.
Milwaukee che deve trovare punti dalla panchina dove ottimo è l’apporto di Neal ed Henson entrambi con 18 punti.
Ad aiutare LeBron arriva, dalla panchina guidata da coach Spoelstra, Michael Beasley con 19 punti. Heat ancora saldamente al secondo posto della Eastern Conference con Indiana che sembra irraggiungibile anche per i campioni in carica.

Dwyane Wade (Li-Ning Way Of Wade 2 “Home”)

Dwyane Wade (Li-Ning Way Of Wade 2 Home)

John Henson (Nike Air Zoom Soldier VII), Chris Bosh (Nike Air Max Hyperposite PE)

John Henson (Nike Air Zoom Soldier VII), Chris Bosh (Nike Air MAx Hyperposite PE)

LeBron James (Nike LeBron 11 “Home”)

LeBron James (Nike LeBron 11 Home)

LeBron James (Nike LeBron X PS Elite), Brandon Knight (adidas adiZero Crazyquick)

LeBron James (Nike LeBron X PS ELITE), Brandon Knight (adidas adiZero Crazyquick)

Michael Beasley (Air Jordan XI “Playoff”)

Michael Beasley (Air Jordan XI Playoff)

 

WASHINGTON WIZARDS 95
DALLAS MAVERICKS 105

All’American Airlines Center di Dallas è il secondo quarto di gioco a regalare la vittoria ai padroni di casa.
I Mavs chiudono difatti il parziale con 13 punti di vantaggio rispetto agli avversari che nei rimanenti 24 minuti riescono a recuperare solo due punti e vedono così arrivare la loro quinta sconfitta dall’inizio della stagione.
Di certo i Wizards non sono costruiti per competere ai massimi livelli e nonostante Wall e Gortat in doppia doppia, più una strepitosa prestazione da 27 punti dell’ex Celtics e Rockets Trevor Ariza, non riescono a superare la solidità di gioco dei Mavericks.

Dirk Nowitzki (Nike Hyperdunk 2012 PE), Al Harrington (Nike LeBron X “Home”)

Dirk Nowitzki (Nike Hyperdunk 2012 PE), Al Harrington (Nike LeBron X Home)

Jae Crowder (Air Jordan X “Old Royal”), Trevor Booker (Nike Hyperdunk 2013)

Jae Crowder (Air Jordan X Old Royal), Trevor Booker (Nike Hyperdunk 2013)

Jose Calderon (adidas adiPure Crazyghost), John Wall (adidas adiZero Crazyquick PE)

Jose Calderon (adidas adiPure Crazyghost), John Wall (adidas adiZero Crazyquick PE)

Monta Ellis (Air Jordan VI “Olympic”)

Monta Ellis (Air Jordan VI Olympic)

Nene (Nike Hyperdunk 2013)

Nene (Nike Hyperdunk 2013)

Shawn Marion (Nike Hyperfuse 2013), Marcin Gortat (Nike Hyperdunk 2013)

Shawn Marion (Nike Hyperfuse 2013), Marcin Gortat (Nike Hyperdunk 2013)

 

LOS ANGELES LAKERS 116
NEW ORLEANS PELICANS 95

Bella partita tra due delle squadre più deludenti dall’inzio dela stagione allo Staples Center.
I Pelicans roboanti della Pre-Season sembrano essere svaniti e la squadra guidata da Anthony Davis, fatica più di quanto ci si aspettasse.
I Lakers ottengono una vittoria casalinga che da un po’ di respiro a coach D’Antoni ma che comunque non è un segnale che la squadra sia in ripresa. Vittoria meritata per i losangelini che stavolta si affidano alla prestazione straordinaria di un Jordan Hill in doppia doppia con 21 punti e 11 rimbalzi.

Anthony Davis (Air Jordan XI Low)

Anthony Davis (Air Jordan XI Low)

Jrue Holiday (adidas adiZero Crazylight), Tyreke Evans (Nike Hyper Quickness)

Jrue Holiday (adidas adiZero Crazylight), Tyreke Evans (Nike Hyper Quickness)

Xavier Henry (Nike Kobe 8 System “Purple Platinum”)

Xavier Henry (Nike Kobe 8 System Purple PLatinum)

 

DENVER NUGGETS 113 
DETROIT PISTONS 95

Lo stesso numero può rendere felici o infelici, dipende dal contesto in cui è incluso. Lo sanno bene le squadre che chiudono il nostro report quotidiano sulla NBA.
Il numero in questione è 5, come le vittorie dei Nuggets nella Regular Season o come le sconfitte dei Pistons.
Proprio le due squadre si affrontano in questa dodicesima giornata, alla ORACLE Arena di Oakland.
Ennesima buona prova per il nazionale italiano Gigi Datome che in 17 minuti sul campo (importante che il suo minutaggio cresca) realizza dieci punti che però non riescono a salvare i Pistons dalla sconfitta.
Sull’altro lato del campo, come al solito, a catalizzare gli sguardi è Stephen Curry che con 25 punti e 8 assist è il miglior giocatore dell’incontro.

Andre Drummond (Air Jordan X “Old Royal”)

Andre Drummond (Air Jordan X Old Royal)

Brandon Jennings (Under Armour Anatomix Spawn Low)

Brandon Jennings (Under Armour Anatomix Spawn Low)

Chauncey Billups (adidas Crazy Shadow 2)

Chauncey Billups (adidas Crazy Shadow 2)

Greg Monroe (Nike Hyperdunk 2013)

Greg Monroe (Nike Hyperdunk 2013)

Photo Credits: ESPN, Kicks On Fire