NBA Feet: Regular Season, 13 Novembre

MILWAUKEE BUCKS 91
ORLANDO MAGIC 94

Si torna in Florida all’ Amway Center di Orlando per la sfida tra i padroni di casa e i Milwaukee Bucks.
E’ la squadra del Wisconsin a partire forte nel primo quarto: grazie alla prestazione di O.J. Mayo da 10 punti e di Caron Butler da 12, si porta avanti, dopo i primi 12 minuti, di 13 punti.
Al rientro in campo però è la squadra di casa a gestire la partita e grazie alla suntuosa prestazione di Arron Afflalo da 36 punti, 8 rimbalzi e 6 assist portano a casa la quarta vittoria; vittorie che sono arrivate tutte sul parquet amico in Florida, mentre incassa solo sconfitte esterne dall’inizio della stagione.

Caron Butler (Nike Hyperquickness PE)

Caron Butler (Nike Hyperquickness)

Jameer Nelson (Reebok ZigNano Pro Fury)

Jameer Nelson (Reebok ZigNano Pro Fury)

O.J. Mayo (Nike Zoom Hyperdisruptor)

O.J. Mayo (Nike Zoom Hyperdisruptor)

Victor Oladipo (Jordan Super.Fly 2 PE)

Victor Oladipo(Jordan Super.Fly 2 PE)

Victor Oladipo (Jordan Super.Fly 2 PE)

Victor Oladipo


HOUSTON ROCKETS 117
PHILADELPHIA 76ERS 123

Al Wells Fargo Center di Philadelphia arrivano gli Houston Rockets, privi però di James Harden fermo per un problema al piede sinistro; partita che ha bisogno di un overtime per decidere le sorti dell’incontro: non bastano infatti i 48 minuti dei tempi regolari, con le squadre che si ritrovano sul 106 pari.
Ottima la prova di tutto il quintetto della squadra di coach McHale, che finisce tutto in doppia cifra con Jeremy Lin a prendere il ruolo del trascinatore per i texani.
Ancora un’ottima prova difensiva di Dwight Howard che mette insieme 15 rimbalzi e 6 stoppate, che vanno ad aggiungersi ai 23 punti finali. Per i Sixers ad emergere è James Anderson con 36 punti e Tony Wroten che fa registrare la sua prima tripla doppia della stagione.

Evan Turner (Li-Ning Seek)

Evan Turner (Li-Ning Seek)

James Anderson (adidas Crazy 8)

James Anderson (adidas Crazy 8)

Thaddeus Young (Nike Air Penny V “Lil’ Penny”)

Thaddeus Young (Nike Air Penny V Lil Penny)

Tony Wroten (Air Jordan XI “Silver Anniversary”)

Tony Wroten (Air Jordan XI Silver Anniversary)

CHARLOTTE BOBCATS 89
BOSTON CELTICS 83

Al TD Garden i Boston Celtics, reduci da quattro vittorie consecutive dopo l’orrendo inizio di campionato, ospitani i Bobcats di Michael Jordan. In una partita segnata dal punteggio basso ma molto equilibrata, conta la partenza dei Bobcats che nel primo periodo prendono un vantaggio di sei lunghezze, vantaggio che rimarrà tale alla fine dell’incontro nonostante gli sforzi dei padroni di casa.

Avery Bradley (adidas Rose 773 2)

Avery Bradley (adidas Rose 773 2)

Gerlad Henderson (Jordan Super.Fly 2)

Gerlad Henderson (Jordan Super.Fly 2)

Jeff Green (Jordan Prime.Fly)

Jeff Green (Jordan Prime.Fly)

Jordan Crawford (Nike KD V “Electricity Green”)

Jordan Crawford (Nike KD V Electricity Green)
TORONTO RAPTORS 103
MEMPHIS GRIZZLIES 87

Vittoria esterna per i Raptors sul campo dei Grizzlies, che vedono così salire a 5 le sconfitte in questo inizio di stagione. Stesso numero di sconfitte anche per i canadesi che possono però contare, con la vittoria odierna, su 4 risultati positivi. Raptors che si affidano a Rudy Gay, migliore dei suoi, assistito da De Rozan e Lowry per la vittoria sugli avversari; Grizzlies apparsi a tratti spenti e trascinati dal solo Mike Conley, Top Scorer dell’incontro con 29 punti.
Buona la prova di Marc Gasol che mette a segno l’ennesima doppia doppia, per Zach Randolph una doppia doppia in 30 minuti di gioco durante i quali riesce a prendere solo 9 tiri e a mettere a segno 10 punti.

DeMar DeRozan (Air Jordan V)

DeMar DeRozan (Air Jordan V)

Jerryd Bayless (adidas adiPure Crazy Ghost), Terrence Ross (Air Jordan X “Steel”)

Jerryd Bayless (adidas adiPure Crazy Ghost), Terrence Ross (Air Jordan X Steel)

Jonas Valanciunas (Nike Hyper Quickness), Amir Johnson (Air Jordan XIV “The Last Shot”)

Jonas Valanciunas (Nike Hyper Quickness), Amir Johnson (Air Jordan XIV)

Marc Gasol (Nike Hperdunk 2013 PE)

Marc Gasol (Nike Hperdunk 2013 PE)

Rudy Gay (Air Jordan V), Tayshaun Prince (Nike Hyperdunk 2013)

Rudy Gay (Air Jordan V), Tayshaun Prince (Nike Hyperdunk 2013)

Zach Randolph (Nike Air Max Hyperguard Up PE)

Zach Randolph (Nike Air Max Hyperguard Up PE)

MINNESOTA TIMBERWOLVES 124
CLEVELAND CAVALIERS 95

Straripante vittoria casalinga per i T-Wolves guidati dal loro uomo franchigia Kevin Love; voci in NBA lo danno ai Knicks per la stagione 2015, quando Love sarà free agent, ma che per il momento delizia il pubblico del Minnesota con le sue giocate: alla fine dell’incontro risulterà essere il Top Scorer con 33 punti, ma la vittoria dei Timberwolves è frutto di un gioco di squadra travolgente e pieno di soluzioni che manda tutto il quintetto in doppia cifra.
Minnesota che domina la partita fin dall’inizio dell’incontro e concede il quarto quarto agli avversari che riescono però a recuperare solo 3 punti sullo svantaggio totale.

Corey Brewer (Under Armour Micro G Torch PE)

Corey Brewer (Under Armour Micro G Toch PE)

Dion Waiters (Nike Hyperfuse 2013 Low)

Dion Waiters (Nike Hyperfuse 2013 Low)

Jarrett Jack (Nike Zoom KD IV “BHM”)

Jarrett Jack (Nike Zoom IV BHM)

Kyrie Irving (Nike Hyperdunk 2013 PE)

Kyrie Irving (Nike HYperdunk 2013 PE)

Robbie Hummel (Nike Hyper Quickness)

Robbie Hummel (Nike Hyper Quickness)

NEW YORK KNICKS 95
ATLANTA HAWKS 91

New York Knicks vincenti nella trasferta in Georgia grazie soprattutto all’ottima prova di Andrea Bargnani; il giocatore romano, forse dopo le critiche piovutegli addosso per il basso numero di rimbalzi catturati nonostante l’altezza, mette a segno la bellezza di 11 rimbalzi e 20 punti nell’incontro.
Aiutato dal solito Melo da 25 punti, Andrea e i suoi Knicks riescono a chiudere la terza vittoria contro gli Hawks in cui risultano positive solo le prove di Teague e Horford. Partita decisa nell’ultimo quarto, nel quale i Knicks arrivano in svantaggio di un punto, ma è proprio il Mago che riesce a mettere a segno due triple, e grazie ad altri 4 punti chiude il discorso vittoria per la sua franchigia.

 

Metta World Peace (Ball’n Lay Up)

Metta World Peace (BALL’N LAY UP)

Iman Shumpert (adidas Crazy 8)

Iman Shumpert (adidas Crazy 8)

Demarre Carroll (Nike LeBron 11 iD)

Demarre Carroll (Nike LeBron 11 iD)

Carmelo Anthony (Jordan B’Mo PE)

Carmelo Anthony (Jordan B’Mo PE)

Al Horford (Nike Hyperdunk 2013)

Al Horford (Nike Hyperdunk 2013)

SAN ANTONIO SPURS 92
WASHINGTON WIZARDS 79

Partita senza storia all’AT&T Center. I padroni di casa guidano l’incontro dal primo all’ultimo minuto di gioco, Wizards mai veramente in partita e Spurs troppo esperti per permettersi di farsi aggredire dagli avversari.
I texani lasciano gli avversari sempre a debita distanza e con la moltitudine di opzioni offensive e gli schemi di coach Popovich scherzano con gli avversari: da registrare anche qui l’orgogli italico di un ottimo Marco Belinelli da 10 punti e minuti nelle rotazioni di Popovich che fanno capire quanto il nostro connazionale stia facendo bene in questa sua nuova avventura in Texas.

Bradley Beal (Air Jordan XIV “The Last Shot”)

Bradley Beal (Air Jordan 14 “Last Shot”)

Kawhi Leonard (Air Jordan XX8 SE)

Kawhi Leonard (Air Jordan XX8 SE)

Marcin Gortat (Nike Hyperdunk 2013), Tim Duncan (adidas adiZero Crazy Quick PE)

Marcin Gortat (Nike Hyperdunk 2013), Tim Duncan (adidas adiZero Crazy Quick PE)

Tony Parker (Peak Team Lightning TP9)

Tony Parker (PEAK Team Lightning TP9)

LOS ANGELES LAKERS 99
DENVER NUGGETS 111

Nonostante le doppie doppie di Gasol, Hill e Blake i Los Angeles Lakers devono arrendersi agli avversari nella partita in Colorado al Pepsi Center. Nuggets privi ancora di Danilo Gallinari, trovano in Faried il migliore del roster, unico dei suoi a finire in doppia doppia da 21 punti e 13 rimbalzi; per la squadra losangelina guidata da Mike D’Antoni la sfida sfugge già nel primo quarto, nonostante il parziale di 8 a 0 nei minuti iniziali.
Lakers che non riescono mai ad impensierire gli avversari, che li tengono sempre a debita distanza per i primi tre quarti e piazzano poi nell’ultimo parziale la zampata che gli consente di vincere con 12 punti di vantaggio.

Jordan Farmar (Nike Kobe 8 System “Sulfur”)

Jordan Farmar (Nike Kobe 8 System Sulfur)

Jordan Hamilton (Nike Hyperdunk 2013)

Jordan Hamilton (Nike Hyperdunk 2013)

Nate Robinson (Air Jordan V Black/Metallic Silver)

Nate Robinson (Air Jordan V)

Timofey Mozgov (Nike Hyperdunk 2012)

Timofey Mozgov (Nike Hyperdunk 2012)

NEW ORLEANS PELICANS 105
UTAH JAZZ 111

I Jazz riescono a vincere la loro prima partita nella stagione, all’ EnergySolutions Arena di Salt Lake City, contro i Pelicans: la squadra di Anthony Davis riesce a farsi rimontare un vantaggio di 10 punti all’intervallo lungo, e nell’ultimo parziale cedono sotto i colpi degli avversari e soprattutto di un ispirato Hayward da 11 punti nei 12 minuti finali.
Davis mette a segno la sua ennesima doppia doppia e risulta sempre più il faro della squadra della North Carolina, che nonostante tutto fatica ancora in questo inizio di stagione.

Anthony Davis (Nike Air Max Hyperposite PE)

Anthony Davis (Nike Air MAx Hyperposite PE)

Gordon Hayward (Nike Hyperdunk 2013)

Gordon Hayward (Nike Hyperdunk 2013)

Jrue Holiday (adidas adiPure Crazy Ghost), Derrick Favors (adidas Crazy Light 3)

Jrue Holiday (adidas adiPure Crazy Ghost), Derrick Favors (adidas Crazy Light 3)

Richard Jefferson (Nike Hyperdunk 2013), Tyreke Evans (Nike Hyper Quickness)

Richard Jefferson (Nike Hyperdunk 2013), Tyreke Evans (Nike Hyper Quickness)

PHOENIX SUNS 89
PORTLAND TRAILBLAZERS 90

Vittoria dei Blazers nell’incontro casalingo con i Phoenix Suns, nonostante la buona partenza di questi ultimi.
Partita che si risolve, anche qui, nei dodici minuti finali con i Suns avanti di 8 punti quando sul cronometro rimangono solo 8 minuti prima del suono della sirena; Blazers capaci di rimontare e piazzare, con Damien Lillard, i due punti della vittoria con soli 6 secondi rimasti sul cronometro.

Damian Lillard (adidas D Rose 3.5)

Damian Lillard (adidas D Rose 3.5)

Eric Bledsoe ( Nike Kobe 8 “Pit Viper”)

Eric Bledsoe ( Nike Kobe 8 “Pit Viper”)

Gerald Green (Reebok Pump Shaq Attaq “Big Shaqtus”)

Gerald Green (Reebok Pump Shaqattaq Big Shaqtus)

LaMarcus Aldridge (Nike Air Max Hyperposite PE)

LaMarcus Aldridge (Nike Air Max Hyperposite PE)

BROOKLYN NETS 86
SACRAMENTO KINGS 107

Ennesima sconfitta, la quinta, per la squadra del duo Jay Z/Prochorov; sconfitta che come le altre quattro arriva in una partita giocata in trasferta. Cominciano ad essere diverse le voci che girano sulle incomprensioni da staff tecnico e giocatori, come è normale che sia visto l’andamento della squadra che a suon di dollari è stata costruita per competere con le migliori.
Basse percentuali al tiro ed un gioco poco spumeggiante sono tra le cause del crollo della squadra allenata da coach Kidd; Top scorer dell’incontro è Marcus Thornton che, uscendo dalla pachina, mette a segno 24 punti che consente ai Kings di mantenere il pallino del gioco fin dai minuti iniziali dell’incontro.

DeMarcus Cousins (Nike LeBron 11 “Terracotta Warrior”)

DeMarcus Cousins (Nike LeBron 11 Terracotta Warriors)

Isaiah Thomas (Reebok Kamikaze II PE)

Isaiah Thomas (Reebok Kamikaze II PE)

Marcus Thorton (Nike Air Penny 1 “Suns”), Andray Blatche (Air Jordan X “Steel”)

Marcus Thorton (Nike Air Penny 1 “Suns”), Andray Blatche (Air Jordan X “Steel”)

Paul Pierce (Nike Air Legacy 3)

Paul Pierce (Nike Air Legacy 3)

Tyshawn Taylor (adidas EQT Elevation)

Tyshawn Taylor (adidas EQT Elevation)

LOS ANGELES CLIPPERS 111
OKLAHOMA CITY THUNDER 103

Non bastano le doppie doppie di Durant, 33 punti per il Top Scorer dell’incontro, e Russel Westbrook ai Thunder per avere la meglio sulla squadra che ha trasformato Los Angeles in Lob City. Ennesima doppia doppia per CP3, la nona dall’inizio della Regular Season, che conduce i Clippers alla quarta vittoria casalinga.
Nei Clippers cominciano a vedersi le impostazioni dettate da coach Rivers nel gioco, la squadra non vive più solo degli spunti dei singoli: la prova la fornisce il Box Score del quintetto dei Clips, dove tutti gli uomini sono in doppia cifra.
Cominciamo ormai ad abituarci alle prove di Jamal Crawford che, partendo dalla panchina, mette a segno anche in quest’incontro la bellezza di 20 punti, due in meno di Blake Griffin che risulterà essere il miglior realizzatore dei suoi.

Chris Paul (Jordan CP3.VII), Blake Griffin (Jordan Super.Fly 2 PE)

Chris Paul (Jordan CP3.VII), Blake Griffin (Jordan Super.Fly 2 PE)

Jamal Crawford (Brandblack Raptor High), Hasheem Thabeet (Nike KD VI)

Jamal Crawford(BRANDBLACK Raptro High), Hasheem Thabeet (Nike KD VI)

Kevin Durant (Nike KD VI), Russell Westbrook (Air Jordan XX8 SE)

Kevin Durant (Nike KD VI), Russell Westbrook (Air Jordan XX8 SE)

Photo Credits: ESPN, Kicks on Fire