NBA Feet: Regular Season, 19 Novembre

MINNESOTA TIMBERWOLVES 100
WASHINGTON WIZARDS 104

Al Verizon Center di Washington arrivano i Minnesota Timberwolves, squadra molto in forma in queste ultime gare.
Gara che vede difatti partire gli ospiti a tutta forza grazie soprattutto ai 16 punti di Kevin Love.
Anche il secondo quarto vede prevalere la squadra del Minnesota e alla pausa lunga il vantaggio sui padroni di casa è di 12 punti. Con un parziale iniziale di 6-0 i Wizards si rifanno vicini ai T-Wolves e il terzo quarto vede predominare la scarsa percentuali al tiro di Love e i canestri della squadra di Washington.
Si arriva al quarto finale in situazione di parità. Qui sono le tre bombe dalla lunga distanza di Martell Webster a far chiudere la sua squadra con terza vittoria dall’inizio del campionato.

Jan Vesely (Nike Kobe 8 System iD), Corey Brewer (Under Armour Micro G Torch Low)

Jan Vesely (Nike Kobe 8 System iD), Corey Brewer (Under Armour Micro G Torch Low)

Jose Barea (Nike KD VI iD)

Jose Barea (Nike KD VI iD)

Nene (Nike Hyperdunk 2013), Kevin Love (361° Love 3.0)

Nene (Nike Hyperdunk 2013), Kevin Love (361° Love 3.0)

 

NEW YORK KNICKS 86
DETROIT PISTONS 92

Terza sconfitta consecutiva per i Knicks che stavolta cedono il passo ai Detroit Pistons.
Partita relativamente equilibrata che vede nel terzo quarto dell’incontro i Pistons accumulare un vantaggio di 8 punti.
E’ Rodney Stukey che, partendo dalla panchina, guida i Pistons con 21 punti, e grazie anche alle doppie doppie di Drummond e Monroe riesce ad avere la meglio sugli avversari,
Melo è come al solito il giocatore leader dei Knicks anche a livello di punti (25 per lui nella gara). La differenza è che stavolta viene mal supportato in una squadra che non esprime affatto un buon gioco.
Diverse nell’ambiente della Grande Mela sono le voci di possibili trade e addii a fine stagione, questo di certo non fa bene al team che sembra risentire di queste voci sul campo.

Andre Drummond (Air Jordan XIV), Andrea Bargnani (Nike Hyperdunk 2013)

Andre Drummond ( Air Jordan XIV)

Carmelo Anthony (Jordan B’Mo PE), Josh Smith (adidas adiPure Crazy Ghost PE)

Carmelo Anthony (Jordan B'Mo PE), Josh Smith (adidas adiPure Crazy Ghost PE)

Peyton Siva (adidas Crazy 8)

Peyton Siva (adidas Crazy 8)

 

MIAMI HEAT 104
ATLANTA HAWKS 88

Una squadra che vince per due anni consecutivi il titolo NBA ha di certo nel roster il suo punto di forza.
E nella partita casalinga all’American Airlines Arena gli Heat devono far ricorso ai giocatori non titolari per avere la meglio sugli ospiti.
Certo che quando dalla panchina esce un veterano come Ray Allen, le sostituzioni possono essere decisive. Walter Ray risponde sempre presente quando viene chiamato in gioco e grazie alle sue triple, all’enorme professionalità e alla sua classe riesce quasi sempre a lasciare il segno.
Nel giorno dell’assenza di D-Wade anche LeBron sembra essere meno incisivo del solito. Rimane difatti a soli 13 punti, cosa abbastanza insolita per il Prescelto. Nella partita, dopo un primo quarto molto equilibrato, gli Heat prendono il possesso della partita,
Gli Hawks ci mettono del loro nella sconfitta con basse percentuali al tiro.

Conflitto per Michael Beasley. Abbiamo sempre saputo della particolarità caratteriale del giocatore, ma tra primo e secondo tempo non si è limitato ad un cambio scenografico di scarpe, come molti suoi colleghi, ma addirittura si è spinto oltre passando da un brand all’altro!!!

Michael Beasley (Under Armour/Nike)

beasley

DeMarre Carroll (Air Jordan XX8 “Fire Red Elephant Print” ), LeBron James (Nike LeBron X PS Elite)

DeMarre Carroll (Air Jordan XX8 Fire Red “Elephant Print” ), LeBron James (Nike LeBron X PS Elite)

John Jenkins (Nike Air Penny V “Memphis Tiger”), Mario Chalmers (Spalding Threat PE)

John Jenkins (Nike Air Penny V Memphis Tiger), Mario Chalmers (Spalding Threat PE)

Udonis Haslem (Li-Ning WoW Encore)

Udonis Haslem (Li-Ning WoW Encore)

 

BOSTON CELTICS 85
HOUSTON ROCKETS 109

Nei primi cinque minuti di gioco i Celtics vengono travolti da un parziale di 18 a 1 dai padroni di casa, che devono però autoaccusarsi per la partenza che li vede con soli sei tiri nei primi 5 minuti, dei quali solo uno entra a canestro. Altro colpevole del pesante parziale di Houston su Bsoton è Dwight Howard. Superman piazza 3 blocchi nei minuti del dominio Rockets.
La squadra dell’ex leggenda Celtics McHale domina nettamente la partita e prende il distacco necessario per gestire gli ultimi 12 minuti, minuti nei quali i Celtics si riprendono e giocano meglio degli avversari ma comunque non riescono a recuperare la partita.
Quarta sconfitta consecutiva per Boston che vede così salire a otto le sconfitte in questo campionato, discorso opposto per i Rockets che con la vittoria odierna raggiungono l’ottavo risultato positivo.

Dwight Howard (adidas D Howard 4), Brandon Bass (Nike Zoom Soldier VII)

Dwight Howard (adidas D Howard 4), Brandon Bass (Nike Zoom Soldier VII)

James Harden (Nike Zoom Crusader PE)

James Harden (Nike Zoom Crusader PE)

Omri Casspi (adidas adiPure Crazy Ghost), Avery Bradley (adidas D Rose 4 “Home”)

Omri Casspi (adidas adiPure Crazy Ghost), Avery Bradley (adidas D Rose 4 Home)

 

SACRAMENTO KINGS 107
PHOENIX SUNS 104

Turnover ovvero palle perse. Un aspetto fondamentale del gioco del basket, perché una palla persa nella quasi totalità dei casi diventa punti per gli avversari. Nella partita tra Sacramento e Phoenix sono loro a farla da padrone.
Le palle perse dai Kings nel secondo quarto mandano in vantaggio i Suns, così come nei minuti finali quelle perse dai Suns consegnano la partita nelle mani dei Kings.
Squadra di Sacramento guidata da DeMarcus Cousins che comanda i suoi con 27 punti e 12 rimbalzi.

DeMarcus Cousins (Nike LeBron 11 “Terracotta Warrior”), Gerald Green (Reebok Shaq Attaq “Big Shaqtus”)

DeMarcus Cousins (Nike LeBron 11 Terracotta Warrior), Gerlad Green (Reebok Pump Shaq Attaq Big Shaqtus)

Dionte Christmas (Nike Air Foamposite One “Phoenix Suns”)

Dionte Christmas (Nike Air Foamposite One Phoenix Suns)

Isaiah Thomas (Reebok Kamikaze II PE),  Marcus Morris (Nike LeBron X “Area 72”)

Isaiah Thomas (Reebok Kamikaze II PE), Marcus Morris (Nike LeBron X Area 72)

Photo Credits: ESPN, NBA