NBA Feet: Regular Season, 30 Novembre 2013

Immagine

UTAH JAZZ – PHOENIX SUNS

Arriva la prima vittoria in trasferta per gli Utah Jazz che battono i Phoenix Suns in Arizona.
Protagonista della vittoria dei Jazz è la matricola Alfonso Clark “Trey” Burke III, proveniente da Michigan State, che ha condotto i suoi alla vittoria finale. Partita che si decide proprio nell’ultimo quarto in cui il rookie segna 8 punti, sei dei quali arrivati da 2 triple che permettono ai Jazz di prendere il vantaggio che li porterà alla vittoria.

Archie Goodwin (Nike Hyperfuse 2013 Low PE)

Archie Goodwin (Nike Hyperfuse 2013 Low PE)

Gordon Hayward, Miles Plumlee,  P.J. Tucker (Nike Hyperdunk 2013) 

Gordon Hayward, Miles Plumlee,  P.J. Tucker (Nike Hyperdunk 2013)

Marcus Morris (Nike LeBron 11 iD)

Marcus Morris (Nike LeBron 11 iD)


HOUSTON ROCKETS – SAN ANTONIO SPURS

I Rockets vincono la partita esterna contro i San Antonio Spurs, rischiando però di sciupare un’occasione. Sì, perchè a soli due minuti dall’inizio del secondo quarto Houston era in vantaggio di 21 punti sugli avversari, 21 punti che sono stati recuperati dagli Spurs e nel quarto quarto grazie ad un Super Belinelli (10 punti consecutivi per lui nei primi minuti dell’ultima frazione di gioco) si trovano in vantaggio di 5 punti; nei minuti finali Houston recupera di nuovo lo svantaggio e vince l’incontro.

Aaron Brooks (Nike KD VI iD)

Aaron Brooks (Nike KD VI iD)

James Harden (Nike Zoom Crusader PE)

James Harden (Nike Zoom Crusader PE)

Tony Parker (Peak TP9)

Tony Parker (Peak TP9)


MINNESOTA TIMBERWOLVES – DALLAS MAVERICKS

I T-Wolves interrompono la mini striscia consecutiva di tre sconfitte nella partita contro i Mavs, grazie al duo Martin/Love e all’ottimo Pekovic. Non bastano Nowitzki ed Ellis ai Mavericks per vincere l’incontro casalingo.
Partita molto equilibrata, ma che Minnesota tiene sotto controllo, i Mavs tentano più volte l’aggancio agli avversari ma non riescono mai a prendere il controllo della partita.

Kevin Martin (Jordan Super.Fly Low), Jae Crowder (Air Jordan X “Old Royal”)

Kevin Martin (Jordan Super.Fly Low), Jae Crowder (Air Jordan X Old Royal)

Monta Ellis (Air Jordan XIII “Flint”)

Monta Ellis (Air Jordan XIII Flint)


BROOKLYN NETS – MEMPHIS GRIZZLIES

Il FedExForum è il palcoscenico dove va in onda la vittoria, solo la quinta dall’inizio della stagione, dei Brooklyn Nets sui padroni di casa. I Grizzlies, forse forti del periodo negativo dei Nets, partono piano e perdono punti importanti nei primi due quarti, Joe Johnson è l’assoluto protagonista per la franchigia newyorkese, con 16 punti solo nel primo quarto.
Nets che riescono a contenere il ritorno dei Grizzlies nel terzo quarto e a gestire il risultato a proprio favore riportando a casa la tanto agognata vittoria.

Kevin Garnett (Anta KG4), Alan Anderson (Nike Hyperdunk 2013), Tyshawn Taylor (adidas Mutombo), Joe Johnson (Jordan Phase 23 II)

Kevin Garnett (ANTA KG4), Alan Anderson (Nike Hyperdunk 2013), Tyshawn Taylor (adidas Mutombo), Joe Johnson (Jordan Phase 23 II)

Quincy Pondexter (adidas Crazy 97)

Quincy Pondexter (adidas Crazy 97)


BOSTON CELTICS – MILWAUKEE BUCKS

Dall’inizio della stagione regolare, anche a causa della situazione infortuni, i Bucks hanno fornito prestazioni non all’altezza della NBA.
Piccolo particolare statistico: sono solo 3 le vittorie, nelle 16 partite giocate per la franchigia del Wisconsin; il caso vuole che due di queste vittorie, compresa quella odierna, arrivino contro i Boston Celtics.
Ormai ci ha abituato a prestazioni altalenanti, la formazione di coach Stevens, e tra i suoi maggiori problemi c’è la scarsa percentuale al tiro. Nella serata dei 62 tiri tentati ben 40 di questi non sono andati a buon fine, veramente troppo poco.
Protagonista per i Bucks è O.J. Mayo che con 22 punti risulta anche il Top Scorer dell’incontro.

Jordan Crawford (Nike Zoom KD V )

Jordan Crawford (Nike Zoom KD V )

Luke Ridnour (Nike Zoom Kobe V TB)

Luke Ridnour (Nike Zoom Kobe V TB)


ATLANTA HAWKS – WASHINGTON WIZARDS

Sei vittorie nelle ultime otto partite giocate rendono il mese di Novembre il migliore degli ultimi 29 anni nella storia cestistica della Capitale statunitense: dopo un inizio più che difficile, i Wizards sembrano aver trovato la soluzione di continuità per il loro gioco.
Lo si vede anche dal coinvolgimento di ogni singolo giocatore nelle partite, la prova è che il quintetto finisce la gara odierna tutto in doppia cifra con le doppie doppie di Wall e Nenè.
Da segnalare per Atlanta la doppia doppia di Paul Millsap con 23 punti e 10 rimbalzi.

DeMarre Carroll (Nike LeBron X PS Elite iD)

DeMarre Carroll (Nike LeBron X PS Elite iD)


CHICAGO BULLS -CLEVELAND CAVALIERS

Quanti possono scommettere su una stagione dei Bulls simile a quella dello scorso anno? Le condizioni sono più o meno le stesse, Rose lascia i suoi all’inizio del campionato, ma quest’anno il roster sembra essere meno pronto.
Le partenze di Marco Belinelli e Nate Robinson hanno lasciato di certo un buco a livello di punti, chissà se coach Thibodeau saprà rimediare; per il momento la sconfitta con i Cavaliers è il quinto risultato negativo nelle ultime sei partite senza D-Rose.
Ritorna in quintetto Andrew Bynum per i Cavs, e l’ex stella giallo viola riprende a giocare come sa fare, 20 punti e 10 rimbalzi a cui vanno aggiunte 5 stoppate in 30 minuti di gioco.

Kyrie Irving (Nike Hyperdunk 2013 PE), Joakim Noah (adidas adiPure Crazy Ghost)

Kyrie Irving (Nike Hyperdunk 2013 PE), Joakim Noah (adidas adiPure Crazy Ghost)

Photo Credits: ESPN, NBA