NBA Feet: Sesta Giornata di Regular Season

BOSTON CELTICS 77
DETROIT PISTONS 87

Terza sconfitta in altrettante partite per i Boston Celtics, stavolta sopraffatti dai Detroit Pistons.
La squadra del Michigan si presenta in una divisa che ricorda al mondo che Detroit è stata la capitale mondiale delle automobili.
Tornando alla gara, Celtics mai in partita e Pistons che guidano dal primo minuto fino all’inizio del quarto, quando i Celtics rimontano e riescono a pareggiare con ancora 11 minuti sul cronometro grazie ad un tripla di Avery Bradley.
Pistons che recuperano il vantaggio e chiudono a +10.
Per coach Stevens e per tutto il management Celtics gli interrogativi non devono essere pochi, il piano di ricostruzione è stato drastico ma quante stagioni di sofferenza ci saranno per la squadra del Massachussets?

Andre Drummond (Air Jordan X “Old Royal”)

Andre Drummond (Air Jordan X Old Royal)

Brandon Jennings (Under Armour Anatomix Spawn Low PE)

Brandon Jennings (Under Armour Anatomix Spawn Low PE)

Gerald Wallace (Jordan Prime.Fly PE)

Gerald Wallace (Jordan Prime.FLy PE)

Greg Monroe (Nike Hyperdunk 2013 PE)

Greg Monroe (Nike Hyperdunk 2013 PE)

Jordan Crawford (Nike Zoom KD V)

Jordan Crawford (Nike Zoom KD V)

Josh Smith (adidas adiZero Crazyquick PE)

Josh Smith (adidas adiZero Crazyquick PE)

Will Bynum (Li-Ning WOW)

Will Bynum (Li-Ning WOW)

 

ATLANTA HAWKS 103
LOS ANGELES LAKERS 105

Bellissima partita allo Staples Center, che tiene il pubblico di casa col fiato sospeso fino all’ultimo secondo.
Partita decisa (sì, anche in NBA succede nonostante l’instant replay) da un errore arbitrale. Viene deciso che il blocco difensivo di Paul Millsap è irregolare e Pau Gasol, mettendo a segno i liberi, chiude la partita con i Lakers avanti di 2 punti.
Detto così la partita sembra essere stata indecisa fino all’ultimo; la realtà ha visto invece la squadra californiana dominare per larga parte l’incontro con un Kyle Korver che tiene in gara i suoi grazie alle 6 triple, l’ultima delle quali riporta gli Hawks sotto di soli due punti ad un minuto dalla fine dell’incontro.

Al Horford (Nike Hyperdunk 2013)

Al Horford (Nike Hyperdunk 2013)

Demarre Carroll (Nike LeBron X PS Elite iD)

Demarre Carroll (Nike LeBron 10 Elite iD)

Dennis Schroder (Nike Zoom Soldier VII)

Dennis Schroder (Nike Zoom Soldier VII)

Jodie Meeks (Jordan 6 Rings “Lakers”)

Jodie Meeks (Jordan 6 Rings “Lakers”)

Pau Gasol (Nike Hyperdunk 2013 PE), Jodie Meeks (Jordan 6 Rings “Lakers”)

Pau Gasol (Nike Hyperdunk 2013 PE), Jodie Meeks (Jordan 6 Rings “Lakers”)

Shawne Williams  (Nike KD 6 “Peanut Butter & Jelly”)

Shawne Williams  (Nike KD 6 “Peanut Butter & Jelly)

Steve Nash (Nike Kobe 8 System)

Steve Nash (Nike Kobe 8 System)

 

BROOKLYN NETS 86
ORLANDO MAGIC 107

Nella sera dell’esordio di coach Kidd sulla panchina dei suoi Nets, in Florida la squadra di Brooklyn subisce una lezione di umiltà da una delle squadre meno attrezzate della NBA.
Bene Pierce e Lopez ok ma pessima la resa di tutti gli altri Nets.
21 punti di distacco sono veramente tanti, forse troppi per i Nets e per un roster costruito per ben altre figure.
La partita è stata talmente poco combattuta che a 10 minuti dalla fine Victor Oladipo si è concesso, ed ha concesso ai suoi tifosi, un pò di showtime.

 

Il rookie dei Magic si è reso disponibile per lo Slam Dunk Contest dell’All Star Game…per info chiedere a Deron Williams! Ha carattere da vendere la più bella notizia capitata alla squadra della Florida nelle ultime stagioni.

Andray Blatche (Air Jordan X “Steel”)

Andray Blatche (Air Jordan X Steel)

Deron Williams (Nike Hyperfuse 2013 PE)

Deron Williams (Nike Hyperfuse 2013 PE)

Jason Maxiell (Nike LeBron X iD)

Jason Maxiell (Nike LeBron X iD)

Joe Johnson (Jordan Sixty Club “Stealth”)

Joe Johnson (Jordan Sixty Club Stealth)

Kevin Garnett (ANTA KG4)

Kevin Garnett (ANTA KG4)

Victor Oladipo (Jordan Prime.Fly  PE)

Victor Oladipo (Jordan Prime.Fly  PE)

 

MINNESOTA TIMBERWOLVES 109
NEW YORK KNICKS 100

Ok, forse non capitava da molto tempo e forse non capiterà mai più ai Minnesota Timberwolves di mettere a segno 40 punti nel primo quarto, ma i Knicks hanno le loro colpe.
5 palle perse e una quantità di tiri sbagliati solo nel primo tempo hanno fatto la differenza tra le due squadre.
Nonostante tutto il quintetto finisca in doppia cifra, con un ottimo Bargnani da 14 punti e Melo in doppia doppia, New York non riesce mai a recuperare il divario lasciato dal primo quarto.
Kevin Love non si ferma agli 11 punti del primo quarto, arriva a 34 aggiungendo anche 15 rimbalzi. Ne segna 30 anche Kevin Martin e Pekovic finisce in doppia doppia per i T-Wolves.

Andrea Bargnani  (Nike Hyperdunk 2013)

Andrea Bargnani  (Nike Hyperdunk 2013)

Carmelo Anthony (Jordan B’Mo PE)

Carmelo Anthony (Jordan B’Mo PE)

Iman Shumpert (adidas Crazy 8), Kevin Martin (Jordan Super.Fly Low)

Iman Shumpert (adidas Crazy 8), Kevin Martin (Jordan Super.Fly Low)

Kevin Love (361°Love 3.0 PE)

Kevin Love (361°Love 3.0 PE)

Metta World Peace (Ball’N THE YESSIR )

Metta World Peace (Ball'N THE YESSIR )

 

PHOENIX SUNS 96
OKLAHOMA CITY THUNDER 103

Russell Westbrook è tornato!
E si vede subito, ci verrebbe da dire. Uno per l’entusiasmo e la frivolezza con cui il team di OKC si presenta sul campo, due per il risultato finale figlio di un gioco diverso.
Basta con lo schema palla a KD35 e vediamo cosa succede, ora ad affiancare la classe smisurata di Durantula ritornano l’estro e le accelerazioni della spalla ideale per KD.

Con largo anticipo rispetto alle previsioni mediche Russell Westbrook torna a calcare un parquet, quello casalingo della Chesapeake Energy Arena per l’esattezza, e lo fa nell’unico modo di cui è capace…da protagonista.
33 minuti, 21 punti e 7 assit. Solo KD rimane più minuti in campo per i Thunder.
Contro il diabolico duo gioca la franchigia dell’Arizona, i Phoenix Suns.
Suns che costringono OKC ad una partita punto a punto fino all’ultima frazione di gioco, dove i Thunder partono con tre punti di svantaggio.
Anche gli ultimi 12 minuti sono all’insegna dell’equilibrio, ma nei secondi finali proprio il duo Westbrook-Durant combina 6 punti nei 30 secondi finali regalando ad OKC la prima vittoria casalinga.

Gerald Green (Reebok Shaq Attaq “Suns”)

Gerald Green (reebok Shaq Attaq Suns)

Kevin Durant  (Nike KD VI) e Russell Westbrook (Air Jordan XX8 SE “Home”)

Kevin Durant  (Nike KD VI) Russell Westbrook

Marcus Morris (Nike Zoom Soldier VII)

Marcus Morris (Nike Zoom Soldier VII)

P.J. Tucker, Reggie Jackson (Nike KD VI iD)

P.J. Tucker, Reggie Jackson (Nike KD VI iD)

Russell Westbrook (Air Jordan XX8 SE “Home”), Eric Bledsoe (Nike Zoom LeBron Soldier VII)

Russell Westbrook (Air Jordan XX8 SE Home), Eric Bledsoe (Nike Zoom LeBron Soldier VII)

Russell Westbrook (Air Jordan XX8 SE “Home”)

Russell Westbrook

Thabo Sefolosha (Nike Hyperdunk 2012 Low)

Thabo Sefolosha (Nike Hyperdunk 2012 Low)

 

WHASHINGTON WIZARDS 93
MIAMI HEAT 103

Scendono in campo i campioni in carica.
Miami parte forte e grazie alle sue stelle si porta avanti di 23 punti accumulati nei primi tre quarti dell’incontro, salvo poi cedere nell’ultimo quarto.
Calo di tensione o calo di stimoli, comunque gli Heat riescono a gestire il vantaggio e concludere la partita con la seconda vittoria, entrambe alla Triple A.
Nella serata il Big Three di Miami prende in mano le redini del gioco. Tutti e tre i giocatori superano i 20 punti, con LeBron James che risulta essere Top Scorer alla fine dell’incontro con 25 punti.

Bradley Beal (Nike Hyperdunk 2013)

Bradley Beal (Nike Hyperdunk 2013)

Chris Andersen (Nike LeBron X PS Elite)

Chris Andersen (Nike LeBron X PS Elite)

Dwyane Wade  (Li-Ning Way of Wade 2)

Dwyane Wade  (Li-Ning Way of Wade 2)

LeBron James (Nike LeBron X PS Elite) 

LeBron James (Nike LeBron X PS Elite) 2

LeBron James (Nike LeBron X PS Elite) 

LeBron James (Nike LeBron X PS Elite)

Martell Webster (Nike KD VI Chroma iD)

Martell Webster (Nike KD VI iD)

Norris Cole (Nike LeBron X “Home”)

Norris Cole (Nike LeBron X Home)

Ray Allen (Air Jordan XX8 Finals PE), Trevor Booker (Nike Hyperdunk 2013)

Ray Allen (Air Jordan XX8 Finals PE), Trevor Booker (Nike Hyperdunk 2013)

Shane Battier (Peak Battier 8), Al Harrington (Nike LeBron X “Home”)

Shane Battier (Peak Battier 8), Al Harrington (Nike LeBron X Home)

Photo Credits: ESPN, Kicks on Fire, NBA, Nice Kicks