NBA Feet: Settima Giornata di Regular Season

MINNESOTA TIMBERWOLVES 92
CLEVELAND CAVALIERS 93

Torna Andrew Bynum in campo per i Cavaliers, e non sarà una casualità che Cleveland torni a vincere!
Eppure l’avversario è tra le squadre meglio equilibrate della NBA. Cavs che partono forte e, dopo un primo quarto equilibrato grazie a un parziale di 6 a 0 siglato proprio dal 21 ex Lakers, chiudono i primi dodici minuti con otto punti di vantaggio.
Divario che aumenta nel secondo parziale e squadre che vanno a riposo con la franchigia dell’Ohio avanti di +17.
Partita che si equilibra fino al quarto finale. Qui i Cavs rischiano di vanificare tutto il buon gioco espresso fino a quel momento. I T-Wolves riescono a recuperare punto su punto quasi tutto lo svantaggio e a 38 secondi dalla fine, grazie al solito Kevin Love (17 punti e 13 rimbalzi per lui) si portano ad un solo punto dagli avversari.
Cleveland difende bene e nonostante l’errore in attacco di Kyrie Irving, riesce a portare a casa la vittoria.

Andrew Bynum (Nike Hyperaggressor)

Andrew Bynum (Nike Hyperaggressor)

Corey Brewer (Under Armour Micro G Toch PE), Jarret Jack (Nike KD V Elite)

Corey Brewer (Under Armour Micro G Torch PE) and Jarrett Jack (Nike KD 5 Elite)

Dion Waiters (Air Jordan X “Steel”)

Dion Waiters (Air Jordan X Steel)

Kyrie Irving (Nike Hyperdunk 2013 PE)

Kyrie Irving (Nike Hyperdunk 2013 PE)

Ricky rubio (adidas adiPure Crazylight 3 PE)

Ricky Rubio (adidas adiPure Crazylight 3 PE)

Tristan Thompson (Nike Zoom Soldier VI

Tristan Thompson (Nike Zoom Soldier VII)

 

LOS ANGELES CLIPPERS 137
HOUSTON ROCKETS 118

Ci voleva un Chris Paul in versione super per fermare i Rockets, e CP3 non delude mai le aspettative.
In uno Staples Center che ha accolto Dwight Howard come se, anzi peggio, ancora indoassasse la canotta dei Lakers i Clippers hanno fermato le vittorie consecutive della franchigia di Houston.
Insieme ad un Paul particolarmente ispirato, 23 punti e 17 assist, è stata l’intera squadra a girare. Si è tornato allo spettacolo puro della Lob City con Griffin volare ad altezze stratosferiche per schiacciare gli alley hoop di CP3.

 

Nel primo quarto LA parte a razzo e grazie ai 15 punti di J.J. Redick e ad un BG32 da 9 punti prendono un largo margine sui frastornati Rockets.
Secondo quarto in cui Harden e soci si svegliano e mettono a segno 41 punti, ma i Clippers non stanno a guardare segnando 36 punti che gli permettono di vedere il loro margine di vantaggio ancora sostanziale.
Alla ripresa dopo l’intervallo lungo i ritmi calano un po’, ma la musica non cambia, Clippers sempre avanti e Rockets costretti ad incassare la prima sconfitta stagionale.

Aaron Brooks (Nike Hyperfuse 2013), Darren Collison (adidas adiPure Crazylight 3), James Harden (Nike Zoom Crusader PE)

Aaron Brooks (Nike Hyperfuse 2013), Darren Collison (adidas Crazy Light 3) and James Harden (Nike Zoom Crusader PE)

Chris Paul (Jordan CP3.VII)

Chris Paul (Jordan CP3.VII)

Dwight Howard (adidas D Howard 4 PE), Blake Griffin (Jordan Super.Fly 2 PE)

Dwight Howard (adidas D Howard 4 PE).

Dwight Howard (adidas D Howard 4 PE)

Dwight Howard (adidas D Howard 4 PE)

 

GOLDEN STATE WARRIORS 110
PHILADELPHIA 76ERS 90

I 76ers incassano la loro prima sconfitta, per mano dei Golden State Warriors.
Warriors che fanno crollare l’avversario con una quantità di triple imbarazzante, e grazie ad un Andre Iguodala da 32 punti (7 triple per lui a segno). Se a questo aggiungiamo un Curry che torna alle sue amate triple doppie (18 punti, 12 assist e 10 rimbalzi nella serata per lui) Phila non aveva molto da sperare.
Warriors che guidano da subito la partita ed accumulano punti di vantaggio ad ogni quarto di gioco. Solo nell’ultima frazione la vena realizzativa scema e i Sixers accorciano il distacco fino al -20. Per capire la gara basta pensare che i Warriors alla fine del terzo quarto avevano già combinato più punti di quanti ne avrà Philadelphia al termine della partita.

Andre Iguodala (Nike Hyperfuse 2013 Low PE)

Andre Iguodala (Nike Hyperfuse 2012 Low PE)

David Lee (Nike Hyperaggressor PE)

David Lee (Nike Hyperaggressor PE)

Draymond Green (Nike Air Zoom Flight ’98 “The Glove”)

Draymond Green (Nike Air Zoom Flight ’98 “The Glove”)

Lavoy Allen (Nike Zoom Soldier VII)

Lavoy Allen (Nike Zoom Soldier VII)

Thaddeus Young (Nike Air Penny V “Lil Penny”)

Thaddeus Young (Nike Air Penny V Lil Penny)

Thaddeus Young (Nike Air Penny V “Lil Penny”)

Thaddeus Young (Nike Air Penny V Lil Penny)2

Tony Wroten (Air Jordan XII “French Blue”)

Tony Wroten (Air Jordan XII French Blue )

 

BOSTON CELTICS 88
MEMPHIS GRIZZLIES 95

Baratro totale per la squadra più titolata della NBA.
I Celtics capitolano anche al FedExForum di Memphis contro i Grizzlies.
Non parte nemmeno male, la squadra di coach Stevens, e arriva agli ultimi dodici minuti di gioco addirittura con sei punti di vantaggio.
Bene anche per metà del quarto, poi 10 tiri sbagliati, molte palle perse e soprattutto 21 punti lasciati fare agli avversari capovolgono il risultato in favore dei padroni di casa.
Tifosi biancoverdi arrabbiati sui vari social network, ma squadra che sembra veramente poter dare poco di più.

Avery Bradley (adidas adiZero Crazyghost)

Avery Bradley (adidas adiZero Crazyghost)

Gerald Wallace (Jordan Prime.Fly 2)

Gerald Wallace (Jordan Prime.Fly 2)

Jordan Crawford (Nike Zoom KD V “Electric Green”)

Jordan Crawford (Nike Zoom KD V Electric Green)

Tony Allen (adidas miadidas Rose 3)

Tony Allen (miadidas Rose 3)

Brandon Bass e Kosta Koufos (Nike Zoom Soldier VII),  Zach Randolph  (Nike Air Max Body U PE)

Zach Randolph (Nike Air Max Body U), Brandon Bass, Kosta Koufos (Nike Zoom Soldier VII)

 Zach Randolph  (Nike Air Max Body U PE)

Zach Randolph (Nike Air Max Body U)

Photo Credits: ESPN, NBA, SoleCollector, NiceKicks