Nike Air Pippen VI? Probabile, quasi certo!

Solitamente il popolo che segue la NBA al giorno d’oggi è fatto di gente molto giovane o con la memoria alquanto labile. Questo pensiero mi viene in mente ogni volta che sento parlare di Top Player. Si discute sempre su chi sia stato il più grande di tutti i tempi… se questo o quello è meglio di Michael Jordan. Spesso il discorso si sposta poi su chi è stato o è più vincente ed inevitabilmente si arriva a parlare dei giocatori che affiancano queste Superstar.

Vedendo gli ultimi PO e seguendo le critiche a LBJ ho sentito dire che era obbligato a vincere visto il contorno di giocatori che gli Heat gli avevano affiancato. E qui è partito il giochino del “facile vincere con questo o quello vicino”.
Io cerco di non partecipare a queste battaglie di paragoni, ma vorrei solo usare questo argomento per introdurre il personaggio che prendiamo in esame oggi.
Parlando di giocatori “spalla” di grandi campioni non si può che citare Scottie “Pip” Pippen.

La notizia viene sparata direttamente dalla moglie della leggenda NBA, la signora Larsa, e poi ripresa dallo stesso Scottie sul proprio profilo Instagram.
Marc Dolce, Design Director di Nike, viene immortalato mentre disegna quella che viene annunciata come la sesta uscita della Signature Line di Da Pip.

marc-dolce-scottie-pippen-1

Vedremo quindi a breve una nuova uscita per Nike? Certo, anche se ancora non sappiamo nulla su release e progetti.
Di certo il sesto capitolo della SL del numero 33 dei Bulls attirerà l’attenzione di molti.
Del resto il 6 è un numero decisamente fortunato per l’ex-Star NBA e Hall of Fame dal 2010, 6 furono gli anelli vinti per lui accanto alla leggenda MJ.
Scottie fu proprio scelto dai Bulls per rendere vincente un Team che col solo Jordan non riusciva a fare il passo definitivo verso la vittoria.
Visto da diverse voci attendibili come il miglior difensore NBA dei suoi anni, Pippen ha avuto l’onore di vedere la sua maglia numero 33 ritirata dai Bulls nel 2005 e di essere stato nominato tra i 50 migliori giocatori NBA di tutti i tempi.

Arrivò tardi ad avere una propria Signature Line col brand di Beaverton, solo nel 1997 ben dieci anni dopo (e quattro titoli vinti), e pare proprio che a 10 anni dal suo ritiro dalla NBA (…breve parentesi finnico-svedese per lui nel 2008) Scottie avrà una nuova riconoscenza da Nike.

Ripercorriamo la carriera del numero 33 proveniente dall’Arkansas alla nostra maniera.
Lo facciamo mostrandovi anno per anno le scarpe indossate dal 7 volte All-Star Gamer, una primizia per tutti voi che ci seguite.

L’arrivo dell’ala piccola si colloca nell’anno 1987 quando arriva in forza ai Bulls dopo essere stato prima scelto e poi scambiato dai Seattle Supersonics.
Ai piedi del giovane da 203 centimetri un brand sconosciuto per i giovani, ma che ai tempi vedeva giocatori come Clyde Drexler, Robert Parish e John Stockton tra i propri rappresentanti in NBA. SP indosserà sia le versioni Low che High del brand, che abbandonerà nel 1990 prima di accasarsi definitivamente con Nike.

6606773_2_l

L’esordio di Pippen con il brand dell’Oregon avviene con le Nike Air Flight ’89.

nike-air-flight-89-white-red-grey-1

Nella stagione successiva SP ed MJ portano i Bulls a vincere il loro primo titolo NBA, Scottie indossa le Nike Air Flight Lite.

Nike Air Flight Lite

Stagione successiva, stesso risultato. I Bulls doppiano l’impresa e guidati da Phil Jackson indossano il loro secondo anello. Scottie viene convocato per il Dream Team alle Olimpiadi di Barcellona. Indossa il secondo capitolo della Nike Air Flight Lite sia in stagione sia nella manifestazione che porterà gli USA a vincere l’oro.

Scottie-Pippen-Nike-Air-Flight-Lite-2

Sempre in quell’anno Pippen viene nuovamente convocato per l’All-Star Game e per l’occasione indossa le Nike Air Flight Huarache.

Nike Air Flight Huarache

Stagione successiva, Nike assegna a SP le Nike Air Dinamic Flight, che però il numero 33 dei Bulls non indosserà mai.

Scottie-Pippen-Nike-Air-Dynamic-Flight

Il loro posto verrà preso dalle Nike Air Maestro Flight. Three-peat per i Bulls.

nike-air-maestro-flight-1

Stagione 93/94, Michael Jordan si ritira. Scottie Pippen diventa l’uomo immagine dei Bulls. Ai suoi piedi le Nike Air Maestro Flight 2.

Nike-Scottie-Pippen-Air-Maestro-II-Black-White-shoes

ASG di Minneapolis, 1994. Scottie è l’MVP della partita grazie ad una prestazione da 29 punti e 11 rimbalzi.
CW speciale per l’occasione.

scottie-pippen MVP ASG 1994 Nike Air Maestro

Scottie Pippen è sempre più un giocatore definito ed il leader dei Bulls. Nike gli dedica una PE sulla base delle nuove Nike Air Up.

Nike Air Up PE Nike-Air-Up-PE 33

All’All-Star Game e nei PO, Pippen cambia di nuovo ed indossa le Nike Air Uptempo.

Nike Air Uptempo

Il 18 marzo 1995 cambierà di nuovo il mondo della NBA. Michael Jordan annuncia il suo rientro nel basket giocato. Pochi giorni prima durante una partita di Regular Season, quando i rumor sul ritorno di MJ si erano fatti insistenti, Scottie Pippen ha indossato le Air Jordan X “Chicago” quasi come se volesse mandare un messaggio. Quello che fece in panchina fu visto da molti come l’invito definitivo di un amico al ritorno del campione. Godetevelo.

 

1996, altra annata d’oro. MJ è tornato e i Bulls tornano ad essere i pretendenti al trono della NBA.
In stagione regolare SP indossa prima le Nike Air Wayup, successivamente le Nike Air Max Uptempo.

Nike Air Way Up 01

Nike Air Max Uptempo 2

Per i Playoff nuovo cambio. Uno dei modelli più iconici di Nike viene vestito da Scottie, le Nike Air More Uptempo.

Nike Air More Up Tempo

Il titolo torna nelle mani dei Bulls e Scottie veste il suo quarto anello. Al termine della stagione Pip viene convocato per i Giochi Olimpici casalinghi, ad Atlanta. Qui vince la sua seconda medaglia d’oro e successivamente viene eletto come “Basketball Male Athlete of the Year”.
Per le olimpiadi le Nike Air More Uptempo vestono i colori della nazionale per quella che è diventata una delle scarpe più facilmente riconoscibili di sempre.

Scottie Pippen of the US (L) keeps the ball away f

Anno 1997. Nella stagione regolare Scottie Pippen cambia diverse calzature, quasi come se non si trovasse perfettamente a suo agio.

Nike Air Flight Maestro 3

Nike Air Flight Maestro 3

 

Nike Air Max Flight

 

Nike Air Max Flight

 

Nike Air Max Uptempo 3

Nike-Air-Max-Uptempo 3-97-1_3

La svolta arriva quando Nike decide di studiare una scarpa apposita per il giocatore. Nasce così la Signature Line di Scottie. Il nome è semplice: Nike Air Pippen. Il primo modello ha una tomaia completamente bianca.

scottie-pippen-air-pippen-1

Nei PO il primo capitolo della SL vestì una nuova cw, ispirata ovviamente ai colori della squadra dell’Illinois.
Quale miglior spot se non probabilmente la gara più famosa dei Bulls? Ribattezzata “The Flu Game” per via della condizioni di MJ, fu proprio il passaggio nei secondi finali dell’incontro di Scottie Pippen a liberare il tiro da 3 di His Airness. Titolo ai Bulls, MJ e SP e coach Jackson indossano il loro quinto anello.

scottie-pippen-nike-air-pippen-1-flu-game-zoom-pe

1998. A 11 anni dall’esordio in NBA Pippen è ancora ai Bulls,  ancora con Jordan ma qualcosa comincia a scricchiolare.
Nasce il secondo capitolo della SL di Nike Pippen che viene indossata per tutta la stagione.
Nike Air Pippen II

Nike air pippen 2

I Bulls raggiungono per l’ennesima volta i Playoff. Scottie indossa una nuova colorazione, per quella che sarà la sua stagione di addio alla squadra di Chicago. Non prima di aver vinto per la seconda volta il Three-Peat iscrivendo così il suo nome nella storia della NBA.

Michael Jordan and Scottie Pippen Game Portrait

A stagione finita Pippen lascia Chicago per approdare in Texas agli Houston Rockets. Dove però rimase una sola stagione, per via dei contrasti con Charles Barkley. Ai Rockets, Pippen arrivò con il terzo capitolo della sua SL.

Scottie Pippen #33

I contrasti con Sir Charles portarono i Rockets a scambiare Pippen, che alle soglie del nuovo millennio arriva in Oregon.
Qui rimane quattro stagioni riuscendo a portare i Blazers alle finali di Conference nel 2000. Qui parte indossando ancora le Nike Air Pippen III, ma quando i Blazers accedono ai PO è pronto il quarto capitolo della saga Air Pippen.

Nike Air Pippen IV Finals Nike Air Pippen IV

L’anno successivo è di nuovo nel modello presentato ai PO, ovviamente sperimenta le diverse colorazioni.

nik-air-pippen-4

Bisogna aspettare la sua terza stagione coi Blazers per vedere l’uscita del nuovo modello, le Nike Air Pippen V, l’ultimo della SL di Pippen fino ad ora.

Nike Air Pippen V

Nike Air Pippen V 01

Nella sua quarta stagione a Portland lo abbiamo visto re-indossare tutte le scarpe della sua Signature Line, come in questa foto dove si trova di fronte all’avversario amico MJ.

JORDAN PIPPEN

Scottie comincia a sentire il peso dell’età e così a 38 anni, prima di annunciare il proprio ritiro, firma un contratto con i Chicago Bulls per il suo romantico ritorno in Illinois.
A causa del tardo recupero dagli infortuni il numero 33 gioca 23 partite, di cui solo 6 partendo da titolare. Chiude la sua carriera indossando le Nike Zoom Flight 2K3.

Nike Zoom Flight 2K3

A fine stagione Scottie Maurice Pippen annuncia il suo ritiro.
Trepidiamo nell’attesa di vedere il sesto capitolo della linea dedicata ad una leggenda come Scottie Pippen, e vi terremo aggiornati su ogni sviluppo di questa faccenda.