Nike SB Bruin Hyperfeel – On Feet

Nel 1972 esordì come prima scarpa Nike da basket, nel 1989 è diventata famosa perché è stata proiettata nel futuro ai piedi di Marty McFly ed ora, nel 2016, diventa uno dei migliori concentrati di tecnologia applicata ad una sneaker da skate. È questo il cammino più che mai trasversale ed intertemporale della Nike Bruin, che diventa Bruin Hyperfeel. Dopo la Koston, anche questo pezzo di storia, divenuto un caposaldo della line-up Nike SB, vede implementare nella sua soletta il poliuretano della tecnologia Hyperfeel, che potenzia l’assorbimento dagli impatti ed il comfort, senza rinunciare ad una maggiore protezione nella parte del tallone.

Nike Bruin Hyperfeel Prova on feet 2

Se questo è ciò che accade “all’interno”, anche l’esterno merita note, soprattutto grazie al mix di suede e TPU, con l’aggiunta di rifiniture in Hyperscreen per rinforzare i punti della tomaia maggiormente sollecitati durante l’uso sulla tavola.

La Bruin Hyperfeel esordisce in cinque colorway: Summit White, Black, Grey, Racer Blue e University Red. Noi abbiamo avuto la possibilità di toccare con mano la cw Summit White, accompagnata dalla Nike SB Dri Fit Polo, e ve le mostriamo nelle nostre immagini.

Siamo giunti all’apice del cammino evolutivo della Bruin o ci aspetta un nuovo “ritorno al futuro”?

Nike Bruin Hyperfeel Prova on feet 3

Nike Bruin Hyperfeel Prova on feet 6

Nike Bruin Hyperfeel Prova on feet 5

Nike Bruin Hyperfeel Prova on feet 1

 Photo Credits: Michele Simula