Nike SB mette le mani sulla Air Huarache

La reazione più naturale è un sincero: “Chi se l’aspettava”. È vero, ci sono dei precedenti tutt’altro che dozzinali (Dunk, Gato, Air Jordan 1 per le reference), ma che lo Swoosh, per creare la nuova “skatizzazione” di una sneaker già edita in un’altra branca del suo retaggio, andasse a prendere proprio la Air Huarache, beh, ci sembra proprio una scelta inopinata.

Il peso specifico di questa runner datata 1991, ma che negli ultimi due anni sta rinverdendo i suoi fasti, è indubbio (e per ulteriori precisazioni vi rimandiamo alla nostra sezione “Running”), e forse è proprio perché la sneaker in questione è “in the zone” e per cavalcarne l’onda che Nike SB l’ha resa skate-friendly. Le sue cifre stilistiche rimangono inconfondibili anche nella nuova interpretazione, su tutte l’esoscheletro che parte dal side-panel per poi cingere la talloniera, ma anche l’intera struttura mediale (sebbene sembri sparita la calza in neoprene) e la doppia fila di occhielli.

Gli elementi di novità, al netto della shape più morbida, che meglio si addice al griptape game, risiedono nella tomaia in suede, supportata dal Lunarlon della suola, e nell’aggiunta del pull-tab sulla linguetta.

Dalle nostre parti regna ancora lo stupore, comunicateci le vostre reazioni, consapevoli che non vedremo la Nike SB Huarache prima del 2015.

Nike SB mette le mani sulla Huarache 01

Nike SB mette le mani sulla Huarache  02

Nike SB mette le mani sulla Huarache 03

Photo Credits: Nikeblog