PE: Isaiah Thomas e le sue Reebok Kamikaze 2

29 punti, 3 rimbalzi e 1 assist nella notte del 5 Aprile alla Sleep Train Arena di Sacramento.

A metterli a referto è il giocatore con la maglia numero 22 della squadra della capitale della California nella sfida contro i Mavericks persa per 117 a 108: Isaiah Thomas.
Salto indietro nella memoria con un piccolo aneddoto riguardante il nome del playmaker dei Kings.
Isaiah Thomas deve il suo nome all’ex guardia dei Detroit Pistons Isiah Thomas, a causa di una scommessa tra il padre ed un amico, riguardante la vittoria dei Lakers sui Pistons nella finale NBA del 1989. Scommessa persa dal papà e nome del figlio dedicato al leader di tutti i tempi in punti, assist, palle rubate e partite giocate coi Detroit Pistons. Anche se la madre, Tina Baldtrip, insistette per chiamarlo Isaiah, poiché desiderava dare al figlio un nome di origine biblica.
Di fatto non deve essere facile portare il nome di un mito del basket NBA, ma il nostro Isaiah, oltre ad un nome altisonante sembra essere un prescelto.

 

La similitudine col numero 11 dei Pistons si arricchisce di un particolare, i Kings hanno scelto Thomas come seconda scelta assoluta nel Draft 2011, così come la seconda scelta dei Pistons fu Isiah Thomas. Forse il fatto di scegliere il numero 22 di maglia c’entra qualcosa con il numero 11 di Isiah???

Tornando ai giorni nostri, gli abbiamo visto indossare nella partita contro Dallas le Reebok Kamikaze 2 in una colorazione Bianco/Nero/Viola

Top scorer dei suoi Kings oltre al lato strettamente numerico, si è fatto notare per delle giocate mirabolanti come questa

 

Personalità importante, siamo certi di parlarvi nuovamente a breve del numero 22 di Sacramento.

 

Photo Credits: ESPN