Perché tutti hanno una Huarache

Anche voi avete un amico messicano che viene sopraffatto dalla nostalgia quando sente le parole “sombrero” e “huarache“? No? Beh, nemmeno noi.

La parola “huarache” deriva dalla parola “kwarachi” che, in lingua Purépecha (o “lingua tarasca”) significa sandalo. La lingua tarasca ha tanti parlanti nativi quanti sono gli abitanti di Monza e nel 2003 è entrata a far parte delle lingue nazionali del Messico.
Oltre a ricordavi quanto sia utile un’istruzione ma soprattutto quanto sia fondamentale Wikipedia, sarebbe giusto citare qualche altro dato: la Nike Air Huarache si appresta ad entrare nel suo 26esimo anno di vita, gode di ottima salute e ha conquistato i cuori e le scarpiere di tutti. TUTTI.

_dsc0047-01

Nessuno avrebbe scommesso che quelle scarpe che Tinker Hatfield aveva immaginato dopo una sessione di sci d’acqua dopo più di vent’anni sarebbero diventate un’icona cult della moda e del lifestyle moderno.
Proprio come le scarpe che si usano per il water ski, Tinker aveva pensato di dotare la Huarache di un calzino interno in neoprene per adattare la calzata e far aderire la scarpa a qualsiasi tipo di piede. Ad abbracciare ulteriormente il tallone c’è la fascia in gomma vulcanizzata (gomma fusa con zolfo) da cui è derivata la celeberrima campagna pubblicitaria “Have you hugged your foot today?”.

_dsc0033-01

La Huarache ha sempre faticato a rimanere relegata nel campo running ed infatti ritroviamo elementi di Huarache nelle Air Jordan VII, nelle Air Mowabb per non parlare delle miriadi di modelli ispirati alle Huarache fra cui spicca ovviamente la Air Flight Huarache.

Oggi abbiamo portato in giro per Roma queste due bellezze e abbiamo potuto constatare come una Huarache nella scarpiera oggi ce l’abbiano tutti. Ed è giusto così. 
In fondo trovate i link per acquistare sullo store Nike le Huarache che abbiamo indossato oggi!

_dsc0038-01

_dsc0055-01

Nike Air Huarache WMNS Metallic Grey

_dsc0023

Nike Air Huarache Wolf Grey/Aquatone

_dsc0028-01