Road to Air Max Day: Pizzo & Vale

Eccoci all’ultimo appuntamento con le nostre interviste esclusive in vista dell’Air Max Day.
Oggi sono con noi Valentina & Gianluca!

Iniziamo subito a bomba: prima Air Max, cosa vi ha attirato?

V: Io le Tn Plus, tutte bianche, perchè le avevano tutti i miei compagni in prima media…costavano un botto, ho dovuto rompere le scatole a mio padre per due giorni. Le avevano tutti! Le volevo anche io.

G: Io le ’97, prese da donna, a Firenze con mia mamma. Ero andato a Pistoia a fare un torneo di carte Pokemon, ero finito in una bettola, e mia mamma tutta preoccupata mi era venuta a recuperare e già che c’eravamo siamo passati da un Foot Locker di Firenze, che aveva questo stock incredibile di Air Max 97 cw da donna (Silver con baffo azzurrino) e le vendevano a metà prezzo. Forse era il 2002, 2003.

pizzovale1

Elemento d’interesse, quindi?

V: Eh per me l’hype, praticamente, anche se all’epoca non lo chiamavamo così…il fatto che ce l’avessero tutti, in pratica. Volevo la bianca perchè era la più tamarra…messe con i jeans della Onyx! Vi ricordate quando i commessi di FL tenevano su la scarpa che sarebbe uscita sabato? Ti facevano salire l’hype!

G: Io volevo la originale ma mi sono accontentato di quella. Poi le ho aperte con lo skate.

E invece il passaggio da semplice ”scarpa in vetrina” a culto? Cioè il primo acquisto fatto con consapevolezza di cosa andavate ad acquistare?

V: Una Air Max 1 Safari del 2007.

G: Io la Deluxe…perchè rimandava alla ’97.

Secondo voi qual è stato l’elemento che ha consacrato Air Max come culto, icona?

V: A parte che secondo me non è nemmeno la 1, ma la più iconica è la 90; secondo me è dato dal fatto che tutti ci siamo cresciuti. E poi c’è la concezione comune che l’Air Max sia comoda. E’ una questione di fama, quante persone dicono compro Nike perchè adidas non è così comoda?

G: Per me è l’Air visibile. E’ proprio l’elemento che le distacca da tutto il resto. Anche la comodità percepita dal pubblico è per l’Air visibile.

Secondo voi come sta lavorando Nike con l’Air Max Day ? Riesce a dare un valore aggiunto ai modelli, a far percepire la storia?

V: Per me no, noi siamo invasati, ok, ma le persone comuni non sanno nemmeno cosa sia l’Air Max Day, in realtà nemmeno interessa, è più una cosa per ”addetti ai lavori”. Poi vabbè, essere a Milano è diverso, qui anche i ragazzini sanno cosa sia l’Am Day, ma non dappertutto è così. 

G: Il fatto è che quest’anno, per fare arrivare la storia, stanno usando dei canali che arrivano a chi la storia già la sa. La cosa delle .gif invece secondo me è riuscitissima: con le bolle che salgono, figo. Però il problema è che dovrebbero fare campagne pubblicitarie che non si usano più, tipo la TV, per arrivare alla massa. Le persone comuni si ricordano le vecchie pubblicità Nike in tv con affetto: pensa alla Gabbia, sono diventate culto. Pensa se Nike riproponesse la pubblicità della Gabbia o del palazzo coi ninja adesso. Arriverebbe davvero a tutti, perchè è la tv che arriva a tutti. Dovrebbero mantenere questa presenza in tv un minimo, ad esempio anche solo in punti nevralgici tipo fra i due tempi della Champions.

pizzovale2

L’anno prossimo sono 30 anni di Air Max 1. Cosa vorreste vedere?

G: Io sono un hypebeast, vorrei vedere una cosa tipo quella che ha fatto Asics con le Gel Lyte III. 

V: Io non so. Probabilmente faranno le solite versioni ”premium” di modelli pre-esistenti. Alla fine non sono male. Ad esempio le Air Max 90 Velvet e Cork fatte per il venticinquesimo della ’90 non erano male. A me piacevano. Quello che spero è che sia una Air Max 1 fatta bene, una riedizione fedele, senza hyperfuse e cose strane dentro.

E invece, parlando proprio di modelli vecchi usati per lanciare nuove tecnologie…che ne pensate? Funziona?

G: Ha senso in ambito commerciale, dal loro punto di vista. Dal nostro no. 

V: Per me non è del tutto sbagliato. Per dire magari la Ultra Moire è una scarpa fighissima per l’estate…funge sia da promozione che tributo. La colorazione originale non c’entra niente. Aiuta il modello, ma il fatto di usare o meno la cw originale è una cosa che interessa solo noi appassionati.

E invece la questione retro di collabo? Come la vedete? 

G: Io son contentissimo. Però un’opzione è anche rifare la collabo da capo. Ok fighe le scarpe di 10 anni fa, ma se io son gasato per il logo Patta sul tallone, mi va bene anche se me ne fai altre. In un momento storico in cui tutti fanno collabo, almeno una all’anno nuova e fatta bene falla. Che non sia con Supreme. Magari con una realtà italiana…Slam Jam, per dire.

V: Secondo me va bene il remix, rifare ma con colorazioni diverse. 

pizzovale3

Rimanendo nell’ambito ”retro”…qualcosa che vorreste rivedere fatta meglio, o che ”si sono dimenticati” di rifare?

G: Le collabo con artisti o writers, tipo Stash, Haze, Espo… 

V: Io rivoglio tutte le Air con size range completa da bimbo a adulto. Gli uomini non ci pensano, ma le Nike partono dal 7, ci sono size range da bambino, e poi c’è un divario, un buco di svariate taglie da tantissimi anni. Che è quello in cui si inseriscono le donne, le donne hanno un potenziale estremo di acquisto di scarpe…e non vengono accontentate. Si dice che i brand stiano puntando sulle donne, ma finora non ci puntano bene.

Collabo dei sogni:

G: Colette sicuro. Con Ed Banger, Busy P…su una Air Max 1. Oppure una Air Max 2003 collabo con la Juve, che però non è più Nike. Quindi la collabo dei sogni è Titì Henry che mi rimane alla Juve, diventa quello che diventa alla Juve, e nell’anno della 2003 una 2003 bianconera indossata da Henry. Hai detto dei sogni, no?

V: Io vorrei una Air Max 95 con un bel negozio tipo Naked. Uscirebbe una bombetta per le ragazze.

Chiudiamo con una domanda sul progetto Bespoke. Che ne pensate?

G: E’ uno specchio di quello che richiede il mercato. Tutti vogliono il mini swoosh…quindi Nike dovrà reintrodurlo. Ed è indice che Nike deve puntare di più sull’iD.

V: Guarda, a me piacerebbe più che altro avere uno Studio iD, con la possibilità di parlare con un ragazzo lì per farsi la propria scarpetta personalizzata, anche con materiali esclusivi, senza pagare mille euro.

944880_10207946109203672_8414417877681866994_n

Ringraziamo Valentina e Gianluca per la disponibilità e la splendida chiacchierata! 
Alla prossima intervista, sempre sulle pagine di SNKRBX