SBTG x New Era Collection F/W 2015

sbtg-x-new-era-collection-1

Normalmente quando leggiamo questo tag, SBTG, pensiamo subito ad una sneaker incredibile, nata dalle sapienti mani e dalle geniali intuizioni del custom più famoso e, secondo me, più bravo al mondo che risponde al nome di Mark Ong.
Nato e cresciuto a Singapore, con un papà super creativo e talentuoso, che dipinge murales in ogni zona della casa, Mark respira subito arte e desiderio di espressione attraverso la pittura. Lo scenario che lo circonda sono le musiche punk rock e quel senso di ribellione giovanile, che lo porta a scegliere il proprio moniker Sabotage (SBTG) e l’amore per lo skate.

In una intervista, Mark racconta come all’inizio il customizzare scarpe era un modo per riparare i danni causati dall’uso sfrenato sulla tavola: il suo primo approccio era quello di utilizzare disegni pazzi, dati da una fervida immaginazione gia da piccolo. Come nelle favole più belle, arrivò quel giorno in cui la vita ti offre la possibilità della svolta e sta solo a te prenderla. Su un forum di Nike Talk viene indetta una gara di custom. Indovinate un po’ cosa succede? Lui vince, e la sua sneaker fa impazzire un negozio di Tokyo, che ne ordina 72 paia.image_320861-sbtg-sneaker-royalefam

Da li in poi l’ascesa sarà incredibile. Sono davvero tante le sue “opere”; per citarne alcune, sia con il brand di Singapore RoyalFam, di cui è l’head designer, sia solo come SBTG, ricordiamo le Nike Dunk RoyalFam SBTG Dead Generals Edition Jackal and Hyde,

sbtg-jackle-hyde-dunk-01

le Nike Dunk Low “Dead Generals Part 2: Skeleton Comrade”,

img_3749

le famose Converse Chuck Taylors “Thriller”,

converse-chuck-taylor-thriller-customs-sbtg-dj-inquisitive-2

per arrivare alle più note Nike SB Dunk Low,

nike-dunk-low-premium-sb-x-sbtg-royale-fam-sable-green-chrome-2

e alle mita sneakers x SBTG x New Balance MRT580SM

new-balance-mita-sneakers-sbtg-mt580-4

Ovviamente ce ne sono tante altre ma volevo introdurre, con questo piccolo excursus delle sue opere, il suo nuovo progetto.
Da un lato c’è il brand New Era, che in fatto di cappelli non può che suscitare in tutti l’espressione chapeau, tanto per rimanere in tema…
Mr. Ong ha voluto fortemente lavorare con questa label proprio perchè molto legato a loro anche a livello sentimentale: nel video che vedrete sotto, racconta come il suo primo cappello New Era gli fu regalato da un ragazzo americano che studiava a Singapore. E proprio uno dei cap realizzati prende ispirazione da quel primo, con gli stessi colori blu e rosso, e il logo SBTG sostituisce quello originale.

 

Come per le sneaker o gli altri prodotti che realizza, tipo le tote bag, i suoi tratti distintivi sono in bella evidenza anche su questa collezione di headwear. Ritroviamo quindi il personalissimo camo e il tag dal sapore arabic. Non mancano i richiami né a quella scena vintage militare tanto cara a Ong, né all’immaginario dello skate (la scacchiera bianconera). Per accontentare tutti, anche le silhouette sono diverse: camp cap, militari, 5 panel e quelli dal fit tradizionale. 
Che dire, come sempre un lavoro super, da ammirare.
Per ora sono stati venduti solo a Singapore da LE Ballpark (parte della grande famiglia LimitedEDition); meglio così, come ai vecchi tempi dello streetwear, dove certi prodotti erano davvero super limited.

sbtg-x-new-era-collection-2 sbtg-x-new-era-collection-4 sbtg-x-new-era-collection-5 sbtg-x-new-era-collection-6 sbtg-x-new-era-collection-9