Spot On: Parigi celebra Jordan Brand

A 30 anni dalla sua nascita, il marchio Jordan ha incassato il sostegno unanime di tutti. E con tutti, intendiamo proprio tutti.
Appassionati di basket della prima ora, pizie dell’oracolo di Brooklyn, Sneakerhead incallite e fanatici dell’hype, chiunque ha avuto tra le mani (e con molta probabilità anche ai piedi) una Jordan. Ed ora, per continuare i festeggiamenti, il marchio americano si prepara allo sbarco in…Normandia. O quasi.

My J’s

#wearejordan, per condividere tutte le storie degli appassionati del brand da tutto il mondo, nessuno escluso: ecco la campagna con la quale partono le celebrazioni per il 30esimo anniversario dell’icona di Sua Altezza Aerea, dove postare una propria foto con la sneaker Jordan preferita di sempre, raccontarne il perché e taggare @jumpman23, su qualsiasi social media utilizziate di solito. State allerta, perché potrebbero esserci delle sorprese!

In Europa

jordan-brand-parigi-01

Per quanto sia variegata la scena europea in ambito sneakers, è la Francia a rappresentare il faro per quel che riguarda il brand di MJ: non per niente è dal 2002 ormai che a Parigi, a fine Giugno, si tiene il Quai54, affermatosi nel tempo tra i maggiori tornei al mondo di streetball e sponsorizzato proprio da Jordan, e con la consueta selezione internazionale dei migliori giocatori da asfalto, provenienti da 10 paesi, che quest’anno troverà spazio qualche settimana prima del solito. Ovviamente sotto la Tour Eiffel. Mica male, per essere lontano migliaia di chilometri dall’eccezionale panorama statunitense della palla a spicchi.

jordan-brand-parigi-02

La lista degli eventi che a Giugno occuperanno la capitale francese è di tutto rispetto: a partire dalla giornata del 12, Venerdì prossimo, ci sarà un’invasione di baskettari pronti per sfidarsi sui campi cittadini, con il Quai54 che, come detto, occuperà le giornate del 13 e 14.
Per l’occasione il Palais de Tokyo, storico centro dell’arte contemporanea cittadina e nato in occasione dell’Exposition Internationale de Arts et Techniques dans la Vie Moderne del 1937, si trasformerà in Palais23 ed ospiterà un percorso esperienziale lungo tutta la famiglia Jordan Brand: dalle sneaker di Michael agli atleti del team, mettendo alla prova le proprie capacità con gli ultimi ritrovati tecnici e addirittura ricreando il celeberrimo The Shot attraverso un’installazione interattiva.

 

Poteva mancare il NikeLab P75? No, assolutamente: durante tutto il fine settimana, il punto vendita sarà il centro dell’universo Jordan per ciò che riguarda le ultime uscite, sia performance che lifestyle. Tutto sarà svelato a tempo debito, non vi preoccupate. 
Ma come dicevamo all’inizio, si tratta di basketball. Ed ecco lo spirito di comunità che cinge questo sport negli Stati Uniti (ma non solo): uno dei moltissimi playground parigini verrà trasformato in Jordan Legacy Court, con un rifacimento estetico e con la gestione diretta del marchio per gli anni a venire, a disposizione di tutti i giocatori francesi e non solo.

Le celebrazioni per il 30esimo anniversario del brand erano partiti dal Pearl Pavillion Madison Square Garden di New York, durante lo scorso All Star Weekend 201: un inno all’atleta, al marchio ed al sodalizio con Nike. E, potete starne certi, non si fermeranno a questo.

Arrivando al sodo

Sono già di dominio pubblico le immagini delle sneaker che arriveranno sugli scaffali di Parigi la prossima settimana: lo special pack Air Jordan XIII Low e XX9, assieme ad una nuova Nike LeBron Soldier 9, tutte dedicate al Quai54, come da miglior tradizione.

jordan-brand-parigi-06

Quest’anno il trend Low ha ormai raggiunto il suo picco in fatto di Air Jordan Retro: molti dei modelli iconici sono già apparsi in un taglio più adatto alle temperature estive e, soprattutto, alla trasformazione del modo di giocare la pallacanestro, con un fervente bisogno di libertà e mobilità a livello cavigliare.
La XIII si presenta con una tomaia in mesh e pelle martellata nera, gumsole ed un motivo geometrico ispirato alla Torre Eiffel che percorre l’intera midsole, dedicando al torneo la linguetta destra, con il logo a Q.
Per ciò che riguarda la XX9, i colori sono gli stesso: il nero predomina tutta la tomaia, che presenta un elephant print tono su tono, mentre risaltano i loghi bianchi su linguetta e lato esterno.

jordan-brand-parigi-04 jordan-brand-parigi-05

A differenziarsi, in parte, ci pensa la LeBron Soldier 9, più street che mai con la dicitura Quai54 che percorre per intero i due strap ad altezza caviglia e avampiede, mentre la tomaia in rete nasconde l’imbottitura bianconera a motivi geometrici; gli unici punti di colore sono i baffi Nike in arancio.

jordan-brand-parigi-03

L’intero set sarà esclusiva europea ma, mentre le Jordan XX9 e le LeBron sono già dipsonibili da fine Maggio, la XIII Low arriverà sul mercato soltanto il 13 Giugno.